Polizia Municipale
Polizia Municipale

Empoli, 10 marzo 2018 - Ha tirato dritto, al volante della sua macchina seriamente danneggiata dopo aver urtato un veicolo regolarmente in sosta. Un modo per evitare di risarcire il danno causato all’auto ‘suo malgrado’ coinvolta nello scontro. Ma non aveva fatto i conti con due attenti testimoni e con la polizia municipale.

Messe insieme le tessere del puzzle, gli agenti hanno individuato la responsabile del grave episodio e hanno emesso nei suoi confronti una sanzione da oltre 300 euro. La donna, una cittadina extracomunitaria di circa 30 anni residente nell’hinterland fiorentino, rischia pure la sospensione della patente per due mesi.

L'incidente stradale si è verificato intorno alle 22 di venerdì 16 febbraio, in via Mazzini a Empoli, quando l’auto, poi datasi alla fuga, circolando in controsenso, urtò il veicolo regolarmente in sosta a lato delle strada. La conducente non si fermò. Un cittadino che transitava in zona assisté all’incidente e segnalò il fatto alle forze dell’ordine, descrivendo colore e modello del veicolo ‘pirata’.

Poco dopo un’altra persona notò la vettura che viaggiava in strada, nonostante fosse visibilmente danneggiata. Stupito, il cittadino segnalò la targa alle forze dell’ordine, descrivendone colore e modello. Gli stessi indicati poco prima dall’altro testimone.

La polizia municipale, intervenuta per i rilievi, grazie alle due segnalazioni, avviò le indagini del caso, risalendo alla svelta alla proprietaria della macchina. Il guaio è che la 30enne, regolare in Italia, residente in un comune dell’hinterland fiorentino, risultò irreperibile nella sua abitazione. Sono proseguiti così ulteriori accertamenti da parte del personale dell’ufficio incidenti.

Incrociando le banche dati in possesso del corpo della municipale, alla fine, gli agenti hanno scoperto che la proprietaria del veicolo ricercato ha un’attività lavorativa nel comune di Empoli. Così, il Nucleo operativo polizia stradale, dopo una serie di appostamenti, ha rintracciato il veicolo che ha provocato l’incidente in via Mazzini, emettendo la cospicua multa all’indirizzo della sua proprietaria.