Una donna incinta (foto d’archivio)

Empoli, 8 novembre 2018 - Procurato aborto colposo. E' questa l'ipotesi di reato nel fascicolo d'inchiesta, al momento senza indagati, aperto dalla procura di Firenze sulla morte improvvisa di un feto, avvenuta il 3 novembre scorso all'ospedale Empoli. Gli inquirenti hanno già fatto sequestrare le cartelle cliniche e dovrebbero disporre esami medico-legali sul feto.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, la madre, 37 anni, alla 36/a settimana di gravidanza, il pomeriggio del 2 novembre si era presentata al pronto soccorso perché accusava forti dolori addominali e al fianco destro. L'Asl, che avviò subito i suoi accertamenti, riferì che vennero effettuati degli esami e la ginecologa che visitò la donna non riscontrò elementi di emergenza e urgenza e rimandò a casa la puerpera.

Dopo la mezzanotte, però, la donna continuava ad accusare forti dolori e per questo era tornata al pronto soccorso dove con altri esami venne scoperta la morte fetale intrauterina e un'emorragia addominale in atto. I medici riuscirono a salvare l'utero della donna con un taglio cesareo eseguito in emergenza.