Nuovo frantoio contro la crisi. Investimento da oltre un milione all’insegna dell’economia circolare

Baragli: "In un momento di grande difficoltà per il settore abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo"

Nuovo frantoio contro la crisi. Investimento da oltre un milione all’insegna dell’economia circolare

Nuovo frantoio contro la crisi. Investimento da oltre un milione all’insegna dell’economia circolare

Credere nel futuro dell’agricoltura del Chianti: a un paio di chilometri dalla sede della Cantina Sociale Colli Fiorentini in Val Virginio, è stato inaugurato ieri il nuovo frantoio, realizzato in virtù di un investimento di 1,1 milioni di euro. Erano presenti tra gli altri il sindaco di Montespertoli, Alessio Mugnaini, e la vicepresidente della Regione, Stefania Saccardi. L’intervento ha permesso la sostituzione delle due linee di frangitura che erano vecchie di oltre 20 anni. E’ stato poi rifatto il tetto, eliminando i due strati di amianto che erano presenti. Il nuovo frantoio, nel pieno rispetto del principio dell’economia circolare, è predisposto per avere all’interno pannelli fotovoltaici mentre la sansa di olive andrà ad alimentare le centrali a biomasse.

"In un momento di grande difficoltà per il settore abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo – ha affermato il presidente di Valvirginio Cantina Sociale Colli Fiorentini, Ritano Baragli - Siamo contenti: il restyling della nuova struttura è fatto nel pieno rispetto dell’ambiente e nella logica dell’economia circolare. Speriamo che ora anche la produzione possa ripartire: a regime abbiamo una capacità di 60 quintali di frangitura all’ora, una potenzialità superiore a quella che c’era in precedenza. Considerato una media per la produzione di 20 ore al giorno, significa poter disporre di 1200 quintali di olive da poter frangere giornalmente. Quest’anno la crisi della produzione ci porterà intorno ai quattromila quintali di olive, in annate piene però se ne possono fare anche 14mila". In effetti, in generale in Toscana, comincia ad arrivare nei punti di distribuzione olio ‘novo’ di grande qualità, però sappiamo che la produzione è diminuita. Tornando in Val Virginio, tra le innovazioni, oltre al rifacimento dei pavimenti, ecco le macchine di ultima generazione. Dalla sansa sarà estratto anche il nocciolino che sarà utilizzato come fonte di riscaldamento e per produrre energia da fonti rinnovabili. Il sindaco Mugnaini, che aveva già parlato nei giorni scorsi di questa inaugurazione, afferma: "Il nuovo frantoio sociale rappresenta un momento importante per lo sviluppo della filiera olearia di Montespertoli. Un rinnovamento tecnologico che consente di far crescere la qualità dell’olio e che si innesta su valori di sostenibilità ambientale sempre più alti".

Andrea Ciappi