Il nuovo fontanello sarà installato a Ponte a Elsa
Il nuovo fontanello sarà installato a Ponte a Elsa

Empoli, 7 dicembre 2018 - La prossima primavera a Empoli, ci sarà un fontanello dell'acqua in più. Sarà allestito a Ponte a Elsa, in via Osteria Bianca, nell’area a verde adiacente al parcheggio, di fronte alla scuola primaria e in una zona residenziale. Lo ha annunciato l'amministrazione comunale, spiegando che sarà realizzato da Acque Spa, gestore idrico dell’Empolese Valdelsa e del Basso Valdarno, in collaborazione con il Comune.

Si tratta del terzo impianto sul territorio dopo quello realizzato nella zona dello stadio e a Santa Maria: erogherà gratuitamente acqua della rete idrica ‘immediatamente buona da bere’ grazie a un sistema che riduce i composti del cloro e che, in sostituzione, potabilizza l’acqua grazie a moderni sistemi di filtrazione.

"Un fontanello è utile, fa risparmiare e lancia e rinnova anche un messaggio ecologico: diminuiremo infatti l’uso di bottiglie di plastica e quindi diminuirà il volume dei rifiuti che smaltiamo e che purtroppo, spesso, finiscono nei nostri fiumi e da lì nei nostri mari - sottolinea il sindaco Brenda Barnini - Gli empolesi hanno fin da subito dimostrato di apprezzarli e di ritenerli un servizio importante. Anche per questo il primo fontanello di Empoli, vicino allo stadio, sarà risistemato e rammodernato».

A partire dal prossimo gennaio, verrà completamente rinnovato l’impianto interno del fontanello di via della Maratona che, visto il grande utilizzo nel corso degli anni, necessita adesso di un importante intervento di manutenzione straordinaria che ne migliorerà l’efficienza. Con la sistemazione dell’impianto, verrà anche ripristinata il decoro dell’area esterna.

Nel 2017, questa struttura ha erogato 1.189 metri cubi d’acqua potabile, mentre quella di Santa Maria, in via Pio La Torre,  953 metri cubi. Quindi i due impianti nel 2017 hanno distribuito nel complesso più di 2,1 milioni di litri d’acqua e hanno consentito ai cittadini che ne hanno usufruito di risparmiare circa 450mila euro, con ottimi risultati anche dal punto di vista ecologico: 1,4 milioni di bottiglie, 57 tonnellate di plastica e 131 tonnellate di anidride carbonica equivalente emesse in meno in ambiente.