Nuovi alloggi popolari. Ecco otto case ’green’. Così si abbattono i costi delle bollette

A Certaldo operazione da un milione di euro con i soldi della Regione. Cucini: "L’accesso a un’abitazione dignitosa è un diritto di ogni cittadino. Ma dobbiamo fare ancora di più per limitare i disagi di tante famiglie".

Nuovi alloggi popolari. Ecco otto case ’green’. Così si abbattono i costi delle bollette

Nuovi alloggi popolari. Ecco otto case ’green’. Così si abbattono i costi delle bollette

Altre case per venire incontro ai casi di disagio e necessiutà che ci sono sul territorio. Precisamete otto. Sono i nuovi appartamenti di edilizia residenziale pubblica in viale Matteotti a Certaldo. Ieri il taglio del nastro con il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco Giacomo Cucini e il direttore generale di Publicasa Spa Cosimo Gambuti che hanno consegnato le chiavi ai nuovi inquilini.

Si tratta di alloggi di varia grandezza, dai 25 ai 60 metri quadri circa: monolocali, bilocali, trilocali e quadrilocali, tutti di classe energetica A2, in modo da consentire un abbattimento considerevole dei costi delle bollette. L’edificio, dotato di ascensore, è distribuito su tre piani, con un ulteriore piano interrato dove ci sono le cantine. Gli impianti prevedono riscaldamento e raffreddamento con pompe di calore e a pavimento. Questo intervento fa parte del piano di azione pianificato da Publicasa in collaborazione con i Comuni e con la Regione Toscana. Il piano ha un focus principale, spiega una nota: recuperare e migliorare il patrimonio degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dell’Unione dei Comuni, attraverso l’accesso a finanziamenti e contributi con l’obiettivo di migliorare le prestazioni delle strutture.

Il Comune di Certaldo ha infatti emesso un avviso pubblico per reperire soggetti privati interessati alla vendita di edifici nel territorio comunale con le caratteristiche previste dal bando. A seguito di partecipazione di un unico operatore economico è stato acquistato per circa un milione, finanziato dalla Regione Toscana, un edificio dal quale sono arrivati gli 8 alloggi. "L’accesso a un’abitazione dignitosa è un diritto fondamentale di ogni cittadino e oggi sono orgoglioso di vedere realizzato questo progetto, portato a termine grazie al sostegno continuo della Regione Toscana - ha spiegato il sindaco Giacomo Cucini -. Nel nostro Comune ci sono adesso 186 alloggi di edilizia residenziale pubblica, un numero importante, anche se siamo consapevoli che non è ancora sufficiente a risolvere tutti i disagi che molte famiglie affrontano ogni giorno. L’emergenza abitativa deve tornare a essere un tema prioritario nell’agenda politica delle istituzioni e continueremo a lavorare duramente per farlo".

"La Toscana è stata da sempre un luogo dove l’attenzione alle tematiche abitative è stata centrale e Certaldo ne è un esempio - ha ricordato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani -. L’anno scorso, proprio qui, abbiamo inaugurato la nuova Casa di Comunità Rita Levi Montalcini, un punto di riferimento per i cittadini che dimostra la volontà di essere presenti dove c’è la necessità di servizi di alta qualità". Il bando per l’assegnazione degli appartamenti era rivolto a nuclei familiari composti da coppie molto giovani, da persone separate o divorziate legalmente con l’obbligo di lasciare l’alloggio familiare, a nuclei con persone invalide.