"Noi insensibili?. Non accetto accuse gratuite"

Polemica al Saline di Volterra dopo l'incidente e l'intervento dell'ambulanza per un giocatore del Montelupo. Il presidente del club respinge le accuse di insensibilità e chiede rispetto.

Saline in campo per giocare nonostante l’incidente e l’intervento dell’ambulanza per soccorrere il giocatore del Montelupo: non si placa la polemica. "Sui social si sta montando una campagna contro il Saline – attacca il presidente del club, Silvio Chesi - e la sua presunta insensibilità verso le condizioni di salute del giocatore del Montelupo". Chesi ripercorre l’accaduto e poi spiega che dopo i 45 canonici minuti della sospensione, l’arbitro ha convocato sul campo le squadre per la decisione definitiva. "La mia squadra – insiste Chesi – si è ripresentata al completo. Al rientro negli spogliatoi tutti noi del Saline siamo stati aggrediti verbalmente e con spintoni tanto è vero che siamo stati costretti a chiedere l’intervento dei carabinieri. Di che cosa siamo accusati – conclude Chesi – che non abbiamo avuto cuore? Nelle partite succedono incidenti, anche più gravi, e, visto che le condizioni del giocatore erano rassicuranti, a nostro avviso c’erano tutte le condizioni per proseguire. Come società facciamo tanti auguri al ragazzo perché torni quanto prima a giocare ma non accettiamo accuse gratuite perché anche a noi sta a cuore la salute di tutti i ragazzi".