Musica sacra. Quattro concerti in Collegiata

Arriva la 49esima edizione della rassegna empolese. Tutte le domeniche di novembre un appuntamento.

Musica sacra. Quattro concerti in Collegiata

Musica sacra. Quattro concerti in Collegiata

EMPOLI

Note di musica sacra stanno per tornare ad aleggiare all’interno della splendida cornice della Collegiata di Empoli. Ormai prossima a festeggiare mezzo secolo di vita, a partire dal 5 novembre ecco la tradizionale rassegna musicale “Concerti di Sant’Andrea“, giunta alla sua 49esima edizione ed organizzata come sempre dall’associazione Monsignor Giovanni Cavini e dal Centro Studi Musicale Busoni di Empoli. Identica la formula, con quattro appuntamenti pomeridiani nelle domeniche di novembre (ore 16 a ingresso libero). Ad aprire il programma sarà il giovane organista Gabriele Agrimonti (classe 1995), con musiche di Vivaldi, Puccini e Verdi, oltre a uno spazio dedicato all’improvvisazione su temi suggeriti dal pubblico. La seconda data da segnare in calendario è quella del 12 novembre con protagonisti Elisa Prosperi (voce), Rodolfo Rossi (percussioni) e Sergio Chierici (organo) che si esibiranno in una sequenza musicale intitolata “Know the image: prospettive spirituali“, con partiture del periodo Barocco accostate ad altre del Novecento. Il 19 novembre si proseguirà quindi con il duo composto dal corno delle alpi di Carlo Torlontano e l’organo di Francesco Di Lernia, che si presentano in “Segnali sonori“, un’esperienza unica ed innovativa, proposta attraverso quest’inedito accostamento timbrico.

Per il gran finale del 26 novembre toccherà invece ad un grande coro composto dalla Corale Santa Cecilia e dai partecipanti al Laboratorio corale del Centro Busoni, eseguire il celebre Requiem in re minore per soli, coro e orchestra di Mozart, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica di Sanremo, diretta da Giancarlo de Lorenzo. Questo ultimo concerto sarà dedicato alla memoria di Monsignor Giovanni Cavini, Proposto di Empoli dal 1972 al 2009 e ideatore di questa rassegna. "È sempre un grande onore comporre e presentare il cartellone dei "Concerti di Sant’Andrea" – afferma Lorenzo Ancillotti, direttore artistico dal 2004 – Si tratta di un’iniziativa di divulgazione musicale attesissima, la cui eco ha da tempo varcato i confini cittadini, per coinvolgere ascoltatori provenienti anche da lontano".