Luoghi di storia e memoria. Ecco il viale per Aldo Moro

La circonvallazione Sud porta il nome dello statista e degli uomini della sua scorta. Barnini: "Un’azione di memoria importante. I fatti segnarono un prima e un dopo".

Luoghi di storia e memoria. Ecco il viale per Aldo Moro

Luoghi di storia e memoria. Ecco il viale per Aldo Moro

La circonvallazione di collegamento fra lo svincolo Empoli della Fi-Pi-Li e la zona di Carraia ora porta il nome di Aldo Moro, il presidente della Democrazia Cristiana rapito e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978. Con Moro i terroristi sterminarono gli uomini della scorsa. Alla cerimonia, avvenuta ieri, erano presenti fra gli altri il sindaco Brenda Barnini, rappresentanti della giunta e del consiglio comunale, a partire dal presidente, Alessio Mantellassi, autorità civili, militari e religiose della città. È intervenuta, sul luogo dell’intitolazione, anche una classe quinta dell’indirizzo ’Accoglienza’ dell’istituto Enriques di Castelfiorentino.

Questa intitolazione rappresenta un nuovo intervento voluto dall’amministrazione comunale per rendere strade e giardini pubblici luoghi di memoria. Conclude di fatto un percorso avviato nel 2018: l’intitolazione di questa importante arteria cittadina ad Aldo Moro e alla sua scorta era stata infatti oggetto di una mozione presentata in consiglio comunale dai gruppi ’Ora si cambia’ e ’Linea civica’, firmatari Alessandro Borgherini, anche lui presente ieri mattina all’iniziativa, e Umberto Vacchiano: unanime fu il voto favorevole da parte dei consiglieri presenti in aula. "Tantissime persone passando da qui potranno osservare questo cartello e ricordare i fatti dell’uccisione di Aldo Moro e i più giovani, che magari non ne hanno un ricordo, potranno domandarsi chi fossero Moro e la sua scorta – ha detto Barnini – . Ecco che questa intitolazione è un’azione di memoria civile del nostro Paese, di fatti che hanno segnato per sempre un prima e un dopo nella storia".