Carabinieri (Foto di archivio)
Carabinieri (Foto di archivio)

Empoli, 10 gennaio 2019 - In tre, almeno, volto scoperto. Giusto un cappellino in testa per proteggersi dal gelo. Così i banditi hanno dato l’assalto al negozio di parrucchieri Gio Hair and Beauty Concept di via Luigi Russo a Empoli, poco distante dal centro della città. Erano all’incirca le 22.30 di martedì sera. Un orario ‘anomalo’ in quanto a spaccate messe a segno da malviventi in cerca di spiccioli e poco altro. Si tratta del terzo episodio avvenuto nell’Empolese Valdelsa in poco più di ventiquattr’ore. Il primo colpo, fruttato poche decine di euro e pacchetti di sigarette, è stato consumato intorno alle 2.30 del mattino di lunedì, il giorno dopo l’Epifania, ai danni del Chavas Café di Pieve a Ripoli, nel Cerretese.

Ad agire, stando a quanto immortalato dalle telecamere di sorveglianza del locale, quattro persone: per aprirsi un varco di accesso, hanno sfondato la porta laterale a vetri. Operazione compiuta nelle stesse ore, a pochi chilometri di distanza. Vittima la Farmacia del Sole in via Fratelli Cervi a Montelupo Fiorentino: i malviventi, in quel caso, aiutandosi con un tombino, hanno spaccato una vetrata e, una volta dentro, hanno messo mano al fondo cassa per poi scappare con i contanti. Indagano i carabinieri, intervenuti anche l’altra sera in via Russo. Proprio una pattuglia del Radiomobile, impegnata in un normale servizio di controllo, è stata richiamata dal suono del sistema di allarme, scattato dopo l’intrusione.

I militari sono accorsi sul posto ma dei ladri nessuna traccia: c’erano soltanto la vetrina sfondata e gli arredi rovistati. All’appello mancherebbe il fondo cassa e poco altro, ma la stima delle refurtiva è ancora in corso di accertamento. Grazie alla testimonianza di un passante e ai filmati della videosorveglianza dell’attività, è stata ricostruito l’accaduto, a partire dal numero di persone coinvolte nel raid. Tre, giovani. Non è chiaro se nelle vicinanze ci fosse un complice ad attenderli per innescare la fuga. Gli accertamenti sono in corso da parte degli uomini dell’Arma, impegnati anche a verificare se dietro le tre azioni criminali possa nascondersi la stessa mano.

Ieri mattina, nel salone di bellezza assai conosciuto a Empoli, si sono recati anche gli uomini del Nucleo operativo per effettuare ulteriori verifiche, nella speranza di risalire all’identità dei membri della banda. Intanto tra i commercianti, è tornata prepotente la preoccupazione per le sorti della propria attività al momento di abbassare la saracinesca, la sera, prima di tornare a casa. Una preoccupazione che, nelle settimane scorse, si era dimensionata, in virtù di una tregua concessa dai malintenzionati dopo notti di allarme, con assalti ai danni di negozi del centro storico e non solo. Un’escalation di furti che aveva spinto il sindaco Brenda Barnini a rivolgersi al questore Alberto Intini per chiedere più attenzione sul territorio.

S. P.