Capraia e Limite (Empoli), 12 marzo 2018 - CARTELLI come in un’autostrada ‘verde’ e per di più d’origine etrusca. Da fare oggi a piedi o in bici. Di qualche tempo fa la piena scoperta che il Limitese era importante crocevia etrusco tra Pisa e Spina (antico porto adriatico vicino Ravenna, in Romagna) anche in virtù di attività portuali sull’Arno.

Adesso, il percorso etrusco del Limitese è stato tracciato e corredato di cartelli, con attraversamento dei principali siti archeologici. E’ cominciata l’installazione della segnaletica orizzontale e verticale utile alla realizzazione di questo percorso escursionistico che attraversa alcuni punti del territorio di Capraia e Limite in cui sono presenti siti archeologici etruschi di primaria importanza, come Montereggi. lavori di sistemazione sono eseguiti dal Comune con l’associazione Toscana Hiking Experience. La tappa dell’itinerario «Terre degli Etruschi» che attraversa Capraia e Limite è lunga circa 13 km, parte a est dal confine con Carmignano e raggiunge a ovest il confine di Vinci. Ecco i tratti del Limitese: da Podere La Vergine a San Martino in Campo via San Martino; da San Martino in Campo a Località Valicarda; da incrocio sentieri Valicarda a Cantagallo; da Cantagallo a Treggiaia; da Treggiaia a bivio Tomba dell’Uovo; da bivio Tomba dell’Uovo a bivio per Montereggi; da bivio sentiero per Montereggi all’ingresso Parco Archeologico; dal Parco Archeologico di Montereggi all’incrocio con la Sp 106; incrocio con la Sp 106 fino al bivio sentiero per il Colle accanto al cimitero; dal bivio per il Colle a il Colle; dal Colle a bivio per Calappiano (via dei Fontini); infine dal bivio per Calappiano al limite del confine comunale. Anche la Tomba dell’Uovo è sito etrusco e l’itinerario passa, ovviamente, attraverso il centro abitato di Limite.

Andrea Ciappi