"Quando sei stato primo cittadino per quasi trent’anni non puoi che rimanerlo per tutta la vita e Serrano è sempre rimasto sindaco di Capraia e Limite", dice Enrico Sostegni, consigliere regionale e presidente della Commissione sanità e uno dei succesori di Pucci.

"Ricordo la prima volta che lo incontrai da candidato sindaco. Avevo 29 anni e pur conoscendolo già, mantenevo un po’ di timore reverenziale nei confronti di chi era stato primo cittadino dal 1951 al 1980 e aveva quindi guidato il nostro comune dagli anni della ricostruzione dopo la guerra. Mi colpì la sua conoscenza dei luoghi, delle persone, delle relazioni e poi la visione complessiva dei problemi. Mancheranno i suoi consigli a chi dovrà occuparsi del nostro bel comune nei prossimi anni".

Il presidente della Regione, Eugenio Giani, si dice profondamente dispiaciuto. Pucci fa parte di "quelle persone che hanno fatto l’Italia della democrazia e della solidarietà".