Empoli, 14 maggio 2018 - Dopo l'ennesimo episodio di degrado ai danni della città i volontari dell'associazione "Questa è Empoli" prendono posizione: «Chi ha imbrattato i muri ha colpito le tante persone che in questi anni si sono rimboccate le maniche per la città». Si tratta di un team di giovanissimi e non, semplici cittadini pronti a mettersi in gioco organizzando giri culturali, campagne di sensibilizzazione. E pure impugnando un pennello e ripulendo i muri dai graffiti vergati qua e là da ‘artisti urbani’.

Così è stato in via Fratelli Rosselli, non lontano dalla centralissima piazza della Vittoria. Lì, un annetto fa, i volontari avevano cancellato scritte e disegni ‘fuori regola’ per combattere il degrado e rendere la zona più accogliente. L’altra notte, quella tra venerdì e sabato, però, qualcuno ha pensato bene di metterci le mani, imbrattando di nuovo la facciata dell’edificio. «Decine di volontari avevano, autonomamente e dal basso, deciso di realizzare la completa copertura delle scritte, con il libero sostegno dei residenti – ricorda l’associazione –. Chi ha imbrattato i muri forse pensava di colpire chi amministra la città oppure per effetto della noia. Stupidamente ha invece colpito le tante persone che si sono rimboccate le maniche. Ma avanti tutta».