Empoli, 2 settembre 2018 - Avviare un’impresa, una nuova attività. Un sogno di tanti giovani, ma quanti dubbi ed incertezze prima di fare il grande passo. Ebbene, da domani è attivo un servizio completamente gratuito che potrà dare risposte a tante domande e agevolare l’avvio del proprio progetto lavorativo. Il servizio, che si configura come una sorta di ‘assistenza preventiva’, è infatti rivolto a tutti coloro che ancora non sono in possesso della partita Iva, ma intendono avviare un’attività professionale, imprenditoriale o economica nella provincia di Firenze.

Lo ‘Sportello nuove imprese e attività economiche’ è disponibile a Castelfiorentino (aprirà domani), in municipio. La priorità d’accesso sarà data ai cittadini residenti nel borgo valdelsano o a quanti intendono avviare la loro attività nel territorio comunale, ma funzionerà anche per gli ‘esterni’. Per usufruire del servizio basterà prenotare anticipatamente un appuntamento per una consulenza.

Dall’altra parte dello sportello saranno presenti professionisti di comprovata esperienza in base a una convenzione stipulata tra il Comune di Castelfiorentino e l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Firenze. Ogni soggetto potrà usufruire di un colloquio gratuito con un commercialista della durata massima di 30 minuti, optando tra due diverse possibilità: il 1° lunedì del mese (con orario 9,30-12,30) per un primo orientamento su aspetti di natura giuridica, economica, finanziaria, societaria o fiscale inerenti l’iniziativa professionale o imprenditoriale che si intende avviare in futuro; mentre il 3° lunedì del mese (sempre con orario 9,30-12,30) si potranno avere consulenze su temi che riguardano le start-up innovative, e-commerce e anche le forme di finanziamento agevolato dedicate alle imprese innovative.

Il commercialista svolgerà la sua attività nel rispetto delle norme di deontologia professionale. La sua indipendenza sarà garantita da una rotazione dei professionisti che si avvicenderanno nelle prestazioni, sulla base della creazione di due elenchi separati: uno corrispondente agli appuntamenti per il 1° lunedì del mese, l’altro per il terzo.