Empoli, 8 marzo 2018 - Si sono introdotti nel giardino della palazzina, scavalcando il muro di recinzione e si sono accaniti su una delle porte-finestre. I ladri, nella notte tra martedì e ieri, hanno cercato di intrufolarsi in una delle abitazioni che si trovano in viale Buozzi a Empoli, fronte parco della Rimembranza. Un quartiere a più riprese nel mirino tra brutti giri e degrado. Ad accorgersi della spiacevolissima visita la padrone di casa: ieri mattina, al momento di aprire la porta, ha notato segni inequivocabili. Non è chiaro cosa abbia fatto desistere il malvivente dal portare a termine il suo piano criminale, forse un rumore o una luce che si è accesa nella notte. Fatto sta che il tentativo di furto c’è stato come, un paio di settimane fa, se ne era verificato un altro, pochi civici più in là.

In quel caso, i ladri entrarono in azione in pieno giorno. Più o meno, era l’ora di pranzo. Si fecero strada attraverso una finestra che affaccia su via Leonardo da Vinci, una strada molto vissuta. Con metodi decisi, iniziarono a forzare l’infisso, fino ad aprirlo. I rumori richiamarono l’attenzione di una donna, impegnata in quei momenti a riordinare l’abitazione. Si diresse nella stanza dalla quale proveniva il suono di botte e colpi e si trovò di fronte, sulla soglia della finestra, un uomo. Vistosi scoperto, dovendo fare i conti con le grida della donna, l’intruso tagliò la corda a mani vuote.