Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
18 gen 2022

"Ci stavamo risollevando, ma ecco la bolletta" Cifre folli, l’urlo disperato delle aziende

Il caro energia si sta facendo sentire e sono in tanti a cominciare a fare i conti. La ceramica uno dei settori più colpiti. Campinoti: "Il rincaro sui costi dei servizi e delle materie prime lo pagheremo tutti, direttamente o indirettamente"

18 gen 2022

EMPOLI "Questa è la botta finale dopo due anni di pandemia". Riccardo Corsi allarga le braccia sconsolato, demoralizzato, arrabbiato. Quando ha letto la cifra sull’ultima bolletta del gas ha fatto due conti e il risultato è stato scioccante. "E’ praticamente raddoppiata: dai tremila euro che ho pagato lo scorso anno nello stesso periodo siamo passati a seimila", racconta il mastro vetrario che uno dei titolari della ditta My Mylight di Montelupo Fiorentino specializzata nella produzione di vetri artistici. "Mi aspetto ormai aumenti su tutto – prosegue – Anche le materie prime stanno subendo la speculazione del mercato. Non si trovano più e ogni fornitura si paga a peso d’oro. Non è possibile andare avanti così". L’azienda montelupina conta anche dieci dipendenti. "Ci stavamo risollevando, gli ordinativi erano tornati a crescere, ma con questa nuova mazzata sarà dura – riprende Corsi – Se non cambierà nulla, se non avremo aiuti dallo Stato, ci troveremo a sostenere rincari enormi. Prevedo per i costi energetici dai 30mila ai 40mila euro in più rispetto allo scorso anno". D’altra parte il caro bolletta dell’impresa non può neppure ricadere tutto sul cliente finale. "Non possiamo aumentare troppi i prezzi. Al massimo possiamo applicare un ritocco dal 6 all’8% altrimenti rischiamo di uscire dal mercato", conclude l’imprenditore. Anche Massimiliano Ninci, titolare della omonima ditta di ceramiche artistiche di Certaldo, che gestisce insieme alla moglie, è molto preoccupato. La ‘sorpresa’ della bolletta monstre la riceverà a primavera, ma è già in pre-allarme. "Per fortuna ho il prezzo bloccato fino a marzo in virtù di un contratto con il gestore del servizio di energia elettrica stipulato un paio di anni fa – spiega – Tuttavia non dormo sonni tranquilli. So per certo che ad aprile toccherà anche a me fare i conti con i maxi rincari. Mi sono già informato, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?