Barriere linguistiche. Boom di iscritti ai corsi di italiano : "Cerchiamo docenti"

L’appello della Misericordia di Empoli per organizzare gli incontri settimanali

Barriere linguistiche. Boom di iscritti  ai corsi di italiano : "Cerchiamo docenti"

Barriere linguistiche. Boom di iscritti ai corsi di italiano : "Cerchiamo docenti"

EMPOLI

Arrivare da un paese straniero e conoscere poco o per nulla la lingua della nazione ospitante. Avere difficoltà a comunicare con le persone genera problemi di accesso ai servizi e alle opportunità che la città e il territorio offrono a tutti i cittadini. La Misericordia di Empoli, che da sempre tende la mano al prossimo che manifesta un bisogno, ha organizzato dei corsi di italiano per aiutare le tante persone straniere presenti sul territorio a superare le barriere linguistiche. Al momento sono 53 gli studenti stranieri, tutti maggiorenni, iscritti alle lezioni gratuite desiderosi di imparare la lingua italiana e sviluppare nuove competenze. Il numero è però in crescita e per questo l’arciconfraternita lancia un appello. "Abbiamo bisogno di insegnanti e docenti in pensione, professori pronti a dedicare qualche ora a questa missione di apprendimento, integrazione e supporto", fanno sapere dalla Misericordia.

I corsi di italiano sono di due tipo. Il primo si svolge il martedì dalle 9.30 alle 12.30 all’oratorio Santa Andrea della Collegiata in via Jacopo della Quercia. Si tratta di un corso per principianti, per coloro che sono analfabeti anche nel proprio paese. L’altro è in programma il martedì e il giovedì dalle 16 alle 18 alla parrocchia San Giovanni Evangelista in via Puccini, 27, ed è diviso in due classi: una di corso base e l’altra di livello A2. Ma non è tutto: la Misericordia offre anche un servizio di doposcuola, sempre alla parrocchia San Giovanni Evangelista, rivolto a bambini e ragazzi stranieri e italiani in età scolare nella fascia compresa tra la quinta elementare e la prima superiore. Il servizio si svolge il martedì e il giovedì dalle 16 alle 18. Al servizio di doposcuola al momento hanno aderito tre ragazzi della prima media. Ma anche in questo caso la domanda è in crescita e servono volontari (non necessariamente insegnanti) per garantire questo spazio d’accoglienza, socialità e di supporto per i più piccoli. Chi risponde ai requisti dell’annuncio può contattare la Misericordia di Empoli al numero 05717255 o scrivere una mail a [email protected].

Irene Puccioni