L'intervento dei carabinieri
L'intervento dei carabinieri

Empoli, 10 dicembre 2018 - «Correte, c’è un uomo che sta danneggiando le installazioni natalizie». A chiamare il 112, nel cuore della notte tra sabato e domenica, alcuni residenti di via Ridolfi e piazza Guerra a Empoli. Più di un cittadino, allarmato per il trambusto che arrivava dalla piazzola che ospita le renne luminose attrazioni di Empoli Città del Natale, ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine, incredulo di ciò che stava accadendo. Un uomo, pare in evidente stato di alterazione, stava prendendo a botte le strutture luminose, chissà ree di quale colpa. All’arrivo dei militari, intervenuti con due pattuglie, è stato identificato e sono scattati gli accertamenti e le procedure di rito, mentre le ‘assistenti di Babbo Natale’, evidentemente acciaccate, sono state rimesse in piedi. Le due strutture sono poi state messe in sicurezza ieri pomeriggio dagli addetti ai lavori che le hanno puntellate con alcuni sacchi di sabbia così da renderle più stabili.

Un episodio da punire, quello di via Ridolfi, purtroppo non l’unico avvenuto l’altra notte, all’alba di una nuova giornata di iniziative nel ‘giro’, fra shopping, tour a bordo del trenino e, perché no, una buona cioccolata calda da gustare in compagnia. Dopo il raid al villaggio natalizio gestito da Porte aperte onlus per fini solidali, scoperto sabato mattina, nella centralissima piazza Farinata degli Uberti nel mirino di chi la notte non ha niente di meglio da fare se non seminare danni qua e là sono finite pure le staccionate e i cartelli informativi sul programma di eventi.

Quelli sistemati poco distanti dal presepe della Misericordia e dalla stella cometa gigante. Ma la furia dei balordi, meglio non li si può chiamare, si è sfogata anche in piazza della Vittoria: sono state colpite alcune delle casette del mercatino, tra tettoie e decorazioni fatte a pezzi, come capitato pure al touch screen che ‘comanda’ il treno sistemato nell’area pedonale della piazza. Strade e vie del centro sono monitorare dalla videosorveglianza urbana: l’auspicio è che il nemico del Natale empolese venga incastrato quanto prima.