Montelupo Fiorentino, 6 settembre 2018 - Si chiamano Forma, Muz e Swen. Poi ci sono Soez, Duke1 e Miles. E tanti altri ‘nickname’ come Stelleconfuse e Incursioni Decorative che ben sintetizzano lo spirito di una coloratissima reunion. Sono ben 20 i writer attesi a Montelupo domani e provenienti da tutta Italia. Si daranno appuntamento all’Ambrogiana per una missione all’insegna della creatività: dipingere le torrette vandalizzate del parco, appena restaurate dal Comune. La volontà - a quasi un anno dall’aggressione alla 17enne ritrovata in fin di vita proprio all’interno del parco - è quella di proporre l’Ambrogiana come luogo «sano» in cui trascorrere il tempo e divertirsi. «I murales risalivano al 2011 ed erano degradati ormai – precisa l’assessore alle politiche giovanili, Simone Londi - Abbiamo costruito un evento ludico e musicale anche per lanciare un segnale positivo dopo il terribile fatto di cronaca avvenuto lo scorso anno. Questi 7 ettari di parco possiamo tornare a viverli di giorno e di notte, in sicurezza e con serenità. I murales fatti in un contesto di assoluta legalità sanciscono questo nuovo inizio».

Spray e vernici, dunque, per ridisegnare il futuro del parco. «Fool Park- Volume 1» promosso dal Comune insieme alla Cooperativa Indaco e all’Auser è un’idea nata dai ragazzi del Centro Giovani. «Una manifestazione proposta, progettata e realizzata dai giovani - spiega il responsabile del Centro Mattia Cusolo – per incentivare il senso di appartenenza a un luogo destinato a tutta la comunità».

«Anche quella di far conoscere le arti – aggiunge Tania Mariotti di Indaco – riappropriandosi degli spazi urbani è una volontà espressa dai giovani e ne siamo fieri». Sul palco si alterneranno dj e musicisti dalle 18 e fino alle 1 di notte. Non mancheranno stand, mercatino vintage, laboratori di spray art e spazio ristoro. Per l’occasione si uniranno al gruppo di artisti anche writers spagnoli. Tutti insieme, su tela bianca, daranno vita ad un enorme tableau di schizzi e sfumature. Quello di domani è solo un assaggio del progetto di recupero del parco e delle torrette che sarà messo a punto ad ottobre grazie al bando di Cesvot vinto dall’Auser. La festa, in realtà, entrerà nel vivo durante il weekend col ritorno di «Move Social». Promosso dalla delegazione empolese di Cesvot, l’evento metterà insieme gli stand delle associazioni con mostre, laboratori, sport e video. L’inaugurazione è per le 16 di sabato, seguita dalla «Cena nel Parco» il cui ricavato finanzierà una borsa lavoro per un giovane con disabilità.

«A far da cornice alla tavolata – anticipa l’assessore allo sport Simone Focardi – sarà la MoveSocial Dance, spettacolo a cura delle scuole di danza del territorio. Domenica, una partita di pallavolo come non l’avete mai vista». Un pretesto per divertirsi e per scendere in campo contro la violenza sulle donne. Una partita ancora tutta da vincere. «Una grande festa all’insegna della solidarietà – concludono Andrea Pannelli e Federico Gori di Cesvot – Un’importante occasione per le associazioni di volontariato di presentarsi alla comunità».