Maria Grazia Pasqualetti, presidente della sezione Empolese Valdelsa-Valdarno inferiore dell’Aima
Maria Grazia Pasqualetti, presidente della sezione Empolese Valdelsa-Valdarno inferiore dell’Aima

empoli, 15 maggio 2019 - Cosa fare e a chi rivolgersi se in famiglia si ha un parente affetto da Alzheimer? La Bottega della Salute aiuta a trovare risposte a tante domande. Si tratta del nuovo servizio di supporto alle famiglie e agli anziani con fragilità curato dall’ Aima, associazione italiana malattia di Alzheimer. La novità sarà presentata a tutta la cittadinanza in occasione dell’annuale assemblea dei soci e dell’assegnazione del 17° premio Aima in programma sabato, 18 maggio, alle 16, in via Cavour 43/b. La Bottega della Salute è di fatto uno sportello attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13.30, affidato a due ragazzi del servizio civile, Sara Piovesana e Riccardo Russo, nel quale vengono fornite informazioni di supporto alle famiglie e agli anziani, prestando particolare attenzione per quel che riguarda l’Alzheimer.

Chi è interessato può entrare a conoscenza di tutto quello che è possibile fare per cercare di affrontare con più ‘leggerezza’ il decorso di questa malattia, ad oggi incurabile, mediante servizi come, ad esempio, il sostegno psicologico e molte altre attività specifiche per il malato.

Inoltre, vengono offerte anche informazioni sui servizi che sono attivi in città per gli anziani, grazie a Misericordia di Empoli, Pubblica Assistenza, Asl, Auser, Società della Salute. Un punto informativo che prima non c’era e che potrebbe diventare di riferimento per gli anziani.

«La Bottega della Salute però – spiega Maria Grazia Pasqualetti, presidente Aima sezione Empolese Valdelsa-Valdarno inferiore – è anche un servizio di prossimità che grazie ai giovani del servizio civile regionale rende più accessibile la rete dei servizi pubblici ai cittadini. Ad esempio, chi ha necessità può recarsi alla sede Aima e, con la tessera sanitaria attivata e relativo Pin, può consultare il proprio fascicolo sanitario elettronico, stampare analisi cliniche e referti, ricevere informazioni sull’attivazione della tessera sanitaria e, più in generale, accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e molto altro. Ovviamente questo servizio è rivolto a tutti ma in particolare alle persone che hanno meno dimestichezza con la tecnologia, perlopiù anziani».

Per restare aggiornati e per ulteriori informazioni ci sono la pagina Facebook Aima Empolese Valdelsa – Valdarno Inferiore e il profilo Instagram @aima.empoli.