Oltre il filo la speranza
Oltre il filo la speranza
Castelfiorentino, 21 gennaio 2020 - La Shoah e la Memoria, attraverso gli occhi dei giovani. E’ questo il motivo conduttore dei due spettacoli teatrali che sono in programma a Castelfiorentino sabato 25 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria (27 gennaio), data in cui ricorre la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau ad opera dell’Armata rossa. Il ricordo dell’Olocausto interpretato dalle nuove generazioni, dunque, affinché la memoria di questo tragico capitolo nella storia dell’umanità non si perda con il lento trascorrere del tempo.

Al Ridotto del Teatro del Popolo (ore 17.30) il Lions Club Certaldo Boccaccio e il gruppo teatrale “Io & Te..atro.” presentano lo spettacolo “Non siamo numeri”, scritto e diretto da Lucia Baldi, che vedrà sul palco nove giovani attori tra i 15 e i 17 anni. Uno spettacolo in grado di unire contemporaneità e passato, gioia e dramma. Il filo conduttore, come suggerito dal titolo, è che nessun uomo deve essere considerato un numero (tali erano invece gli ebrei appena giunti ai campi di sterminio), ma una stella, che con le altre accende la notte e accende in fondo la stessa vita. Obiettivo della serata, che si preannuncia commovente e ricca di significato, è anche una raccolta fondi, che saranno destinati alla Fondazione LCIF del Lions Club International, impegnata nell’aiutare milioni di persone nel mondo. Lo spettacolo - che è promosso in collaborazione con la Polisportiva Certaldo – sarà interpretato da Filippo Belfortini, Mattia Bandini, Aurora Cecchelli, Martina Franchini, Dario Giannini, Francesca Manganelli, Benedetta Sordi, Cosimo Valiani (ingresso a offerta libera).

“l Lions Club Certaldo Boccaccio – osserva il presidente, Paolo Sabatini - ha organizzato questo spettacolo sia per non dimenticare mai la tragedia della Shoah, sia per far passare il messaggio che l'umanità intera sente il bisogno di realizzare situazioni produttive e non distruttive. I giovani attori e la loro direttrice Lucia Baldi, con la loro bravura, la passione e l'impegno, riescono, con apparente semplicità e puntando all'essenziale, ad affrontare argomenti spesso molto delicati ma reali e attuali e trasmettono al pubblico importanti riflessioni ed emozioni. L'impegno dei Lions, con la realizzazione di questi "Services" aiuta i giovani che si prodigano per trasmettere messaggi di questa portata ad un vasto pubblico così da incentivarli e creare un esempio positivo in una società troppo spesso fondata sulla mancanza di valori, che invece in tal modo si riescono a trasmettere.”

Al Teatro C’Art (ore 11, 16 e 18) la Compagnia Teatrale “Passi di Luce” presenta “Oltre il Filo una speranza”, uno spettacolo in grado di suscitare emozioni e puntare dritto al cuore di ognuno di noi, una serata che parte dal desiderio stesso dei ragazzi di alimentare la memoria della Shoah in modo attivo. “Oltre il filo una speranza”, attraverso la regia di Elena Verdiani (aiuto regia Jessica Pirrello e Niccolo Taddei), porta sul palco oltre cinquanta attori, dai 5 ai 26 anni. I testi, scelti dai ragazzi stessi attraverso le vicende dei deportati e dei sopravvissuti, sono stati uniti a parti coreografate (coreografie di teatro danza di Eugenia Coscarella).

“Mi ha colpito molto – osserva Elena Verdiani - la sensibilità e l'impegno con i quali ragazzi di età diverse hanno lavorato su questo tema, sentendo su di sé la responsabilità di raccontare una pagina di storia dolorosa e importante, da non dimenticare”

“Quello che abbiamo trattato – afferma Marco, di 17 anni - è un tema molto delicato. C'è stato un lavoro considerevole anche e soprattutto nei minimi e singoli particolari, per cercare di interpretare delle realtà che sono accadute. Una delle prime scene nella quale recito, grazie alla situazione che si crea, mi suscita paura. Perciò posso solo immaginare il terrore che quelle persone hanno provato. Per non parlare di ciò che hanno subito e visto”.

"Abbiamo scritto anche alla senatrice Liliana Segre – aggiunge Anna, di 13 anni - per comunicarle la nostra vicinanza in qs tempi per lei difficili. Abbiamo usato anche le sue testimonianze per lo spettacolo e la sentiamo ancora piu' vicina. È stato bello perché ci ha risposto ringraziandoci! "

Entrambi gli spettacoli godono del patrocinio del Comune di Castelfiorentino.

“E’ per noi motivo di orgoglio – sottolinea l’assessore alla scuola e attività educative, Francesca Giannì – che quest’anno la Giornata della Memoria veda protagonisti i giovani, non solo come destinatari naturali delle iniziative che ogni anno vengono promosse nel ricordo di questa tragedia, ma anche nel ruolo di attori e di interpreti teatrali, utilizzando a tal fine un linguaggio che forse meglio di altri riesce ad esprimere quel sentimento di paura e di angoscia che ha accompagnato il destino di milioni di ebrei. Per questo desidero esprimere la mia gratitudine al Lions Club Certaldo Boccaccio, al gruppo teatrale “Io & Te..atro.” e alla compagnia teatrale “Passi di Luce” per aver promosso queste due iniziative nel nostro territorio”.

Questi i nomi degli attori di “Oltre il filo una Speranza”.

Abello Alisia, Babtan Hector, Bagnoli Jessica, Baldelli Giacomo, Baku Xoana, Betti Bianca, Biotti Sara, Borghi Carlotta, Calosi Margherita, Cannella Aurora, Capezzuoli Ulisse, Cavigli Giorgio, Cavigli Meheret, Celotto Aurora, Clementi Ilaria, Clementi Serena, Colella Anna, Colella Teresa, Cutrini Giulio, D’Amico Silvana, Di Cosmo Alessio, Di Leonardo Catia, Falorni Linda, Giolli Silvia, Gulotta Clara, Hida Enkeleda, Hida Erinda, Lari Viola, Lilli Alice, Lubecka Wiktoria, Lubecka Oliwia, Mauro Aurora, Panarisi Verdiana, Panzani Pietro, Pirrello Jessica, Puggelli Eleonora, Puggelli Marianna, Puggelli Pietro, Risoli Giulia, Rizzello Federica, Rizzello Martina, Sabatini Giorgia, Salvati Gianmarco, Silvestri Marco, Strambi Francesco, Taddei Niccolò, Tamburini Caterina, Vefa Alisia, Verdiani Marco, Vezzosi Federico.

Audio, Luci e Proiezioni: Gabriele Taccetti, Barbara Borgiotti, Lorenzo Borghi, Fabrizio Giomi
Costumi: Tiziana Bigazzi, Barbara Mariani, Lisa Ricci
Scenografie: Andrea Strambi

Biglietto ridotto per gli studenti, per le classi è richiesta la prenotazione. Info e prenotazioni: 338.7855036 (Jessica) in orario 19 - 21 (anche whattsapp). Posto unico non numerato, biglietti acquistabili in loco il giorno dell’evento.