Empoli, 4 maggio 2021 - Nell’Olimpo della A nel miglior modo possibile. L’Empoli travolge il Cosenza, 4-0, al “Castellani” al termine di una partita a senso unico. La sesta promozione nella massima serie della presidenza-Corsi è meritatissima (giunge con tre giornate d’anticipo) e arriva nella stagione, 2020-2021, del Centenario di fondazione del club (l’Empoli è stato fondato nel 2020). Dionisi fa rientrare nell’undici di partenza bomber Mancuso, capitan Romagnoli e la speranza Parisi. Conferma per Nikolaou al centro della difesa.

LE FOTO DELLA FESTA

Empoli in Serie A, scoppia la festa azzurra (foto Tommaso Gasperini/Germogli)

Al 16’ gli azzurri reclamano il penalty: Parisi entra in area, prova lo slalom, ma Kone lo mette a terra: proteste empolesi, ma il direttore di gara dice no. Al 27’ dapprima Haas con un colpo di testa ravvicinato e poi Bajrami con un diagonale dalla sinistra saggiano le capacità di Saracco, che risponde presente. Al 29’ Stulac da angolo pesca la testa di La Mantia a centro area: il pallone finisce sulla traversa, riprende Haas che costringe Saracco ad alzare in corner. Sugli sviluppi, La Mantia viene atterrato in area: l’arbitro stavolta concede il calcio di rigore, ammonendo Idda, l’autore del fallo.

false

Alla mezz’ora è Mancuso a trasformarlo, spiazzando l’estremo difensore. Per l’attaccante ventesima rete in campionato. Al 39’ il raddoppio empolese: sul tiro svirgolato da Stulac dai 18 metri, La Mantia si avventa sul pallone da pochi passi e insacca: il suo nono gol, arrivato dopo tre mesi di digiuno. Frizzante anche l’avvio della ripresa. Al 2’ conclusione dal limite di Carretta, ma la traiettoria è centrale e Brignoli non ha problemi a bloccare la palla.

Al 5’ Mancuso calcia col collo del piede, ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 16’ assist al bacio di Haas dentro l’area per La Mantia, cui, da pochi passi, non resta che spingere dentro la porta la sfera. Al 18’ il poker dei padroni di casa: cross morbido di Mancuso dalla destra, Bajrami lasciato colpevolmente solo a centro area mette in rete il pallone con un preciso colpo di testa. Al 33’ il neo entrato Bandinelli va vicino, con un bel tiro dai 20 metri, al pokerissimo. La conclusione esce di poco a lato della porta difesa da Saracco. Fuori dal “Castellani”, intanto, i tifosi danno inizio alla grande festa.

image

TABELLINO
EMPOLI – COSENZA 4-0
EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Sabelli, Romagnoli, Nikolaou, Parisi; Haas (38’ st Ricci), Stulac (23’ st Damiani), Zurkowski (31’ st Bandinelli); Bajrami; La Mantia (23’ st Moreo), Mancuso (31’ st Matos).
A disposizione: Furlan, Fiamozzi, Casale, Terzic, Pirrello, Crociata, Olivieri.
Allenatore: Dionisi.
COSENZA (3-4-1-2): Saracco; Antzoulas (29’ st Tiritiello), Idda, Legittimo; Corsi (11’ st Bouah), Ba (25’ st Sciaudone), Kone, Crecco; Tremolada; Carretta (25’ st Sueva), Gliozzi (25’ st Trotta).
A disposizione: Matosevic, Ingrosso, Sacko, Vera.
Allenatore: Occhiuzzi.
ARBITRO: Fourneau di Roma. Assistenti: Muto/Capaldo.
RETI: 30’ Mancuso (rig), 39’ pt La Mantia; 16’ La Mantia, 18’ st Bajrami,
NOTE: cielo nuvoloso, partita a porte chiuse. Ammoniti: Idda, Mancuso, Haas. Angoli: 3-2 per l’Empoli. Recupero: 1’ pt + 0’ st.