Un'immagine di Pitti Filati 80

Firenze, 25 gennaio 2017 - Non è stata una partenza entusiasmante quella dell'edizione 80 di Pitti Filati, la grande rassegna di filati per maglieria in corso alla Fortezza da Basso di Firenze fino al 27 gennaio. Non c'è stata un'affluenza particolare, ma va ricordato che l'edizione di gennaio è quella che presenta l'anteprtima delle collezioni primavera-estate, mentre per i filati per maglieria è più importante l'edizione estiva con la presentazione delle collezioni invernali. In più, il settore arriva a questa edizione con un altro anno con segno negativo (-2,6%).

Pitti Filati, però, rappresenta un segnale di speranza, come dice l'amministratore delegato di Pitti Immagine Raffaello Napoleone: "Il settore soffre nel suo complesso, ma se andiamo a vedere nel dettaglio, le produzioni di alta gamma tengono bene. E sono quelle che presentiamo qui e che dimostrano che la qualità sia la chiave decisiva per l'export". D'altronde, in un altro anno difficile, la sostanziale tenuta del distretto pratese (con un po' di montagne russe: bene fino a giugno, più in difficoltà nei secondi sei mesi dell'anno) conferma il fatto che la scelta della qualità sia la migliore risposta per superare o, comunque, arginare la crisi. Il 2017, poi, segna due compleanni importanti per marchi storici del distretto pratese come i 50 anni della Filpucci e i 70 anni del Lanificio dell'Olivo.

Altro aspetto incoraggiante "è la presenza di filati per maglieria in tutte le collezioni moda delle sfilate di questa stagione e questo ci fa ben sperare". Un elemento, quello della presenza di filati nelle collezioni moda sottolineato anche da Alessandro Bastagli, titolare di Lineapiù Italia che punta sull'innovazione con il "Paper Knit", un filato di carta. Un prodotto che trasferisce in un filato la mano, le sensazioni, le proprietà e l'estetica tipica dell'arte giapponese di lavorare la carta washi. "Per noi _ spiega Bastagli _ il 2016 è stato un anno di assestamento, con una leggera flessione nel fatturato dopo la grande crescita degli anni precedenti , ma con una buona tenuta. E i segnali che arrivano sul 2017 ci fanno pensare a una crescita".

Alessandro Bastagli (Lineapiù Italia) con il filato di carta

false

Tra le novità presentate a Pitti Filati c'è quella proposta da Tollegno 1900 (sviluppato in collaborazione con Shima Seiki Italia, Epson Italia e Pantone), “Customize Your Yarn”, che unisce artigianalità, tecnologia, arte e creatività: in pratica, è possibile attraverso il computer ordinare un filato con le caratteristiche estetiche e cromatiche che si desiderano e vederne un'anteprima stampata. È sufficiente selezionare un filato, una lavorazione e una tinta per poter vedere il risultato finale della propria scelta, "personalizzando" il filato.