I giudici di X Factor
I giudici di X Factor

Roma, 22 ottobre 2021 - Si è conclusa ieri la sesta puntata di X- Factor (qui il riassunto)  Ecco le pagelle fatte dalla nostra redazione sulle decisioni prese dai quattro giudici.

La politica di inclusività: -200
Una pagella se la merita anche questo argomento, prima di dare voti ai cantanti: se elimini le categorie per essere più inclusivo, non puoi portare nel programma due donne su dodici concorrenti. Devi dare uguale spazio e possibilità a tutti. E ok, il talento non ha genere. Ma l’assenza di donne pesa ed è davanti agli occhi di tutti. Soprattutto se poi, durante la pubblicità, mandi lo spot sull’inclusività.

Karakaz: 7.5
L’esibizione all’inizio è un po’ spenta, poi “hanno spaccato”, come dicono anche gli altri concorrenti

Mira: 8
Il testo del suo inedito è davvero interessante. La voce, poi, è stupenda, non sbaglia una singola nota. Hell Raton decide di eliminarla, così, de botto, senza senso (cit.). Speriamo si penta della sua scelta, o almeno crediamo in una legge divina che lo faccia pentire.

Edoardo Spinsante: 10
Il nostro unico 10 della serata, seguito da un coro da stadio: "Vogliamo Edoardo Spinsante in finale". Perché Luigi Tenco è un mostro sacro che pochi possono permettersi, ma Edoardo riesce a sfiorare dolcemente il brano senza rovinarlo, dandogli una propria interpretazione bellissima, da brividi. Non siamo abituati a vedere Salvatore Esposito sull’orlo delle lacrime, ma, d’altra parte, chi non lo è dopo questa performance?

Melli e Gemma: 7
Versione di Somebody that I used to know alla blink182 e, come sempre, alla Sonhora, ma alla fine il loro sound è quello delle band anni ‘90/2000. L’idea di mescolare anche una strofa in italiano non è male, ci convincono molto di più rispetto all’altra volta, ma lo sanno anche loro di non essere andati a tempo, quindi ci risparmiamo almeno questa critica. Hell Raton li elimina senza pietà. Cattivissimo Hell.

Versailles: 6
Se Carl Brave e Franco 126 fossero un’unica persona, lui ne sarebbe l’incarnazione: questa canzone ha lo stesso stile e anche il testo ci ricorda vagamente qualcosa. In generale, non ci è piaciuto il mix di stile, questa volta non ha funzionato come le altre volte.

Hell Raton: 5 - -
Come si fa ad eliminare Mira? Come???? Dacci delle risposte Manuelito, ieri sera non ti abbiamo proprio capito.

Westfalia: 7+
Il pezzo è estremamente costruito e sofisticato, sono veramente particolarissimi. Il frontman, con quegli occhi verdi, è magnetico. Certo, come dice Mika, gli stili dei vari componenti è eterogeneo e si dovrebbe amalgamare un po’ di più. Ma per noi funziona. Possiamo dire che funziona? Ah no? Non possiamo?

Karma: 8
Mamma mia che voce, nonostante l’emozione che si sente indubbiamente. "Ha la capacità maschile di rappresentare la fragilità”, dice estasiato Mika che poi lo elimina perché troppo fragile. Scusa, Mika, un appunto: la fragilità non è per forza debolezza.

Nika Paris: 8-
“Il bombo non ha la struttura alare per volare. Ma lui non lo sa e vola lo stesso”. Allo stesso modo Nika: non ha la struttura alare per cantare una canzone così importante, ma lei non lo sa e la canta lo stesso. Che coraggio, ha una voce bellissima.

Mombao: 7.5
Abbiamo la consapevolezza di avere un’opinione impopolare. Ma cosa possiamo farci? Sappiamo che Battiato con batteria è praticamente da eretici, ma oh, funzionano. È stata un’esibizione super particolare e sofisticata. E poi Mika li elimina. Prendere appunti: ai talent non si porta Battiato, a meno che non vogliate essere eliminati o insultati (Colapesce e Dimartino a Sanremo, stiamo guardando proprio voi).

Fellow: 8.5
Il “figlio di Mika” (obiettivamente, l'hanno clonato come la pecora Dolly) non si smentisce mai, la sua voce e la sua tecnica sono perfette. La canzone era obiettivamente difficile. Possiamo fare un minuscolo appunto? Forse ci voleva un po’ più di trasporto, a casa non abbiamo sentito troppa emozione.

Mika: 6+
Sufficienza perché era davvero difficile scegliere. Ma Karim ce lo portiamo nel cuore e, sinceramente, legato al dito.

Bengala fire: 5
Ieri sera hanno giocato coi big e chi gioca si fa male. Loro ne escono indenni, per Manuel Agnelli. Per noi no, non ci è piaciuta. Scusate Bengala.

Phill Reynolds:7.5
Sembra di ascoltare uno di quei vecchi cantanti americani che si mettevano a cantare sotto la veranda di casa in Texas con la chitarra. Ci piace perché ha una voce diversa dai soliti già sentiti, è un vecchio nuovo che ci affascina. Ma forse portiamo sfortuna, ci eliminano solo i concorrenti per cui tifiamo. Ma la sua musica, obiettivamente, qui in Italia non avrebbe mercato e si sa, il mercato chiama.

Nava: 7
Voi a casa tutto bene? Perché noi ci siamo messi a ballare come pazzi durante l’esibizione. Nava ha uno stile e una grinta tutta sua. Se con Phill Reynolds avevamo il dubbio di essere portatori sani di iella, con lei ne abbiamo la certezza: eliminata.

Mutonia: 7 - -
Questo è proprio rock vecchia scuola, il pezzo è difficile e loro lo hanno interpretato bene. La voce del frontman molto graffiata: forse Agnelli ha nostalgia di Damiano dei Maneskin? 

Erio: 9.5
Ma Erio è di questo mondo? Secondo noi no. La sua voce è eterea, singolarissima. Canta un’ottava sopra per far vergognare gli altri. Poco ma sicuro. Bravo, bravo, bravo.

Vale Lp: 6.5
Sufficienza solo perché nelle orecchie abbiamo ancora Porcella dalla scorsa puntata. La scelta di coverizzare Pino Daniele è coraggiosa, ma non è il suo stile. Lo sa anche lei e si mette a piangere. Arisa cantava “Potevi fare di più”. E forse pure Vale.

Edo: 9
Noi stiamo raccogliendo le firme per detronizzare Emma dopo la scelta di non portarlo in squadra. Da quando si scartano i più bravi? La sua voce è pulita e dolce, non perde l’identità che abbiamo visto nelle scorse puntate. Forse la chiave per leggere la sua eliminazione è da trovare nelle parole di d’Innocenzo: “ha la voce così bella che è quasi fuori moda ormai”. E in quel fuori moda c'è la scelta di Emma. Ma non diciamo altro.

Le Endrigo: 5
Se poi scarti Edo per prendere Le Endrigo no. L’esibizione è stata mediocre e urlata. Oltre al fatto che sembrava una cover dei Pinguini Tattici Nucleari. Li perdoniamo solo perché ci hanno regalato una bellissima cover della Rettore nella scorsa puntata.

Gianmaria: 5
Anche qui sappiamo di essere impopolari. Ma se ci canti Rino Gaetano con l’autotune per noi l’avventura finisce qui. La rabbia con cui ha eseguito il pezzo e che tutti hanno osannato, noi non l’abbiamo percepita. E poi, regola d’oro di Mio fratello è figlio unico: quando arriva la parte di “E TI AMO MARIO!” tu la devi cantare urlando, al limite delle lacrime, come la canteresti a una serata karaoke con i tuoi amici ubriachi e lievemente depressi. Non sottovoce. No.

Emma marrone: Non classificata
Non ti perdoneremo mai per Edo. Mai.

Matilde Gravili