Firenze, 14 maggio 2021 - Continua la campagna di vaccinazione covid in Toscana. Dopo la fase incerta di gennaio e febbraio, adesso sembra che la regione viaggi a un ritmo sostenuto di somministrazioni. Certo molto è ancora da fare, ma intanto si abbassa sempre di più l'età di chi può prenotare una dose sul portale prenotavaccino. Nel pomeriggio di oggi - venerdì 14 maggio -  alle 16  potranno prenotare coloro che sono nati tra il 1968 e il 1969, ovvero nella fascia 52-53 anni. Intanto sono fin qui oltre 58mila, alla sera di giovedì, gli over 50 che hanno prenotato una dose. 

Da lunedì via alle prenotazioni per i 40enni

Pronto il calendario per le vaccinazioni Covid per i quarantenni in Toscana. E' stato direttamente il presidente Eugenio Giani a diffondere il messaggio sui social. QUI L'ARTICOLO

Vaccini solo per residenti o domiciliati

L'accesso alla vaccinazione è consentito esclusivamente a chi è residente o domiciliato in Toscana "per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa nella Regione o Provincia Autonoma", secondo quanto disposto nell'ordinanza n. 3/2021 del commissario straordinario per l'Emergenza Covid 19, Francesco Paolo Figliuolo. E' quanto precisa la Regione in seguito alla diffusione di notizie e dichiarazioni in base alle quali alcuni cittadini residenti in Umbria avrebbero ricevuto il vaccino in Toscana. Pertanto, chi non fosse residente o domiciliato in Toscana per le ragioni previste dall'ordinanza e avesse effettuato la prenotazione dovrà cancellarla sul portale regionale, dal momento che non può effettuare la vaccinazione. La Direzione Sanità, welfare e coesione sociale della Regione Toscana ha provveduto, fra l'altro, a inviare un'apposita comunicazione alle Aziende sanitarie per intensificare i controlli nel rispetto dei requisiti richiesti, per accedere correttamente alla vaccinazione.

"Sono stabili a 30mila le vaccinazioni al giorno"

"Ci stiamo orientando verso mesi - dice il presidente della Regione Eugenio Giani - che grazie alla riduzione del virus possiamo usare per un impegno più intenso sulle vaccinazioni: ci stiamo stabilizzando oltre le 30 mila somministrazioni al giorno, anche ieri sono state 32 mila. Questo in crescendo ci portera' a realizzare gli obiettivi che ci siamo posti dell'immunità di gregge per la fine di settembre".

Giani: "Dateci le dosi Astrazeneca inutilizzate"

"Non voglio assolutamente aprire competizioni o dialettiche. Dico solo che quando noi apriamo un portale, quest'anno l'abbiamo fatto per i cinquantenni, la prossima settimana lo apriamo per i quarantenni, se mettiamo a disposizione il vaccino AstraZeneca, i nostri cittadini lo utilizzano, mentre io sento altri presidenti di regione lamentarsi visto che la loro popolazione gli dice o Pfizer o nulla. Allora io dico di darci quelle dosi inutilizzati in altre regioni perche' da noi c'è la fila per poterli somministrare". Lo ha detto il presidente della regione Toscana Eugenio Giani a margine di una iniziativa svoltasi oggi in Santa Croce a Firenze a chi gli ha chiesto se sia vero che la Toscana ha richiesto di poter usufruire dei vaccini AstraZeneca inutilizzati in altre regioni.

image

 

Giani: "Prenotazioni da lunedì prossimo per i 49-48enni"

"Voglio che il generale Figliuolo si renda conto di come la Toscana sta seguendo le sue indicazioni sulla campagna vaccinale. Ieri abbiamo visto le sue indicazioni che invitano ad aprire le prenotazioni del vaccino per i quarantenni, e quindi noi faremo di conseguenza. Penso che apriremo in questo senso le prenotazioni da lunedi' prossimo i 49-48enni". Lo ha detto il presidente della regione Toscana Eugenio Giani a margine di una iniziativa svoltasi oggi in Santa Croce a Firenze. "Vogliamo dedicare un account per le prenotazioni alla categoria fragili -ha aggiunto Giani -. Per loro abbiamo bisogno di misure organizzative, approveremo in giunta l'atto lunedi' prossimo e partiremo con le vaccinazioni dalla giornata di mercoledì".

 

70mila vaccini in due giorni

Negli ultimi due giorni, quindi mercoledì 12 e giovedì 13 maggio, sono 70mila i vaccini somministrati, commenta il presidente della Regione Eugenio Giani. Dunque 35mila al giorno. E mentre aprono nuovi hub vaccinali in diverse città come a Siena e Empoli, la speranza è che il flusso di dosi di vaccino in arrivo sia regolare. Solo in questo modo ci sarà costanza nella vaccinazione e si accorceranno i tempi della copertura totale in Toscana. Al momento un terzo dei toscani ha ricevuto almeno una dose. La strada resta dunque lunga. 

Semafori verdi sul portale

Nella mattina di venerdì 14 maggio tutte le fasce prenotabili sono aperte. Il "semaforo" che compare in ogni finestrella del portale è verde, segnale che i toscani hanno imparato a conoscere in queste settimane in cui il portale stesso è stato preso d'assalto. Ecco al momento chi può prenotare una dose:

  • Persone con elevata fragilità
  • Persone nate dal 1962 al 1967
  • Persone nate dal 1957 al 1961
  • Persone nate dal 1952 al 1956
  • Persone nate dal 1941 al 1951
  • Ultraottantenni
  • Persone che fanno parte delle professioni sanitarie
  • Appartenenti alle forze dell'ordine

Via alle prenotazioni per le classi 1968 e 1969

Nella giornata di venerdì 14 maggio altre due annate possono prenotarsi: sono quelle del 1968 e 1969. Ci si avvicina dunque alla classe 1970 e ai quarantenni, che dovrebbero nei prossimi giorni iniziare a prenotare, come da disposizione anche del commissario straordinario all'emergenza coronavirus, il generale Figliuolo, che nel coordinare la vaccinazione a livello nazionale vuole dare una "spallata" al coronavirus accelerando le somministrazioni il più possibile.