Firenze, 11 maggio 2021 - Con l'apertura alla fascia di età di chi è nato tra il 1962 e 1963, la somministrazione dei vaccini in Toscana prova a decollare. Ci sono stati diversi intoppi in queste settimane ma la regione prova a recuperare.

E dopo l'accelerata decisa sugli over 80 delle scorse settimane, adesso si cerca di spingere l'acceleratore sia sui sessantenni (ovvero chi ha dai 60 ai 69 anni) sia sui cinquantenni. E così la fascia 58-59 anni potrà prenotarsi a partire dal pomeriggio di martedì 11 maggio.

Le iniettano per sbaglio quattro dosi di vaccino Pfizer

Si aprono le prenotazioni per la fascia 60-62 anni

Il portale Prenotavaccino è dunque disponibile a questo punto per diverse classi di età. Ne è stata anche migliorata l'infrastruttura, per permettere a più persone possibli di prenotare senza troppi disagi, senza interruzioni del collegamento o click a vuoto come purtroppo è avvenuto in diversi casi nelle scorse settimane, cosa che ha portato a notevoli proteste. Ma ecco un riepilogo delle vaccinazioni in Toscana. 

Classe 1962-1963

Sono oltre 16.000 le persone nate nel 1962 e 1963 che hanno prenotato il vaccino sul portale regionale della Toscana che ha aperto a questa categoria di persone intorno alle ore 17. Lo rende noto usando i social il presidente della Toscana, Eugenio Giani precisando che «il portale ora scorre più velocemente». Per quanto riguarda invece gli addetti delle professioni sanitarie, si apprende dalla Regione Toscana, il portale ha registrato quasi 4.000 prenotazioni sul totale di 19.500 persone non ancora vaccinate e soggette a obbligo vaccinale. Poco più di 2.000 sono infine le prenotazioni fatte dalle forze dell'ordine dalla riapertura della loro categoria nei giorni scorsi.

 

Classe 1941-1951

Tutti i settantenni, dunque dai 70 ai 79 anni, possono ormai da circa un mese prenotarsi al portale Prenotavaccino. Anche per loro le prenotazioni sono aperte. C'è il disco verde sulla corrispondente finestra. Necessario che chi prenota in questa fascia non abbia compiuto gli ottant'anni. 

Classe 1952-1961

Prenotazioni aperte anche per questa fascia. Lo sblocco nei giorni scorsi di migliaia di dosi Pfizer ha fatto sì che anche per chi ha tra 60 e 69 anni si siano aperte le prenotazioni. Molti di loro, ed è accaduto anche per altre annate, hanno prenotato in una città diversa da quella di residenza: non sempre infatti gli hub vaccinali della propria città sono liberi e in tanti hanno scelto comuni limitrofi o anche comuni più lontani. 

Elevata fragilità

Sebbene la vaccinazione per i fragili sia ormai iniziata da settimane, c'è ancora chi deve vaccinarsi in questo gruppo. Sul portale prenotavaccino le azioni da fare sono due: la prima, registrarsi nella categoria degli estremamente fragili. Una volta fatto questo, c'è una specifica finestra che serve per la prenotazione. Attualmente, al pomeriggio di martedì, la prenotazione del vaccino per le persone con elevata fragilità è aperta. Attenzione: chi è già stato contattato dal Centro specialistico presso cui è in cura non deve registrarsi o prenotarsi. Se si sta seguendo una terapia con particolari farmaci (immunosoppressori o biologici) serve consultare il proprio specialista prima di fissare la data di prenotazione per accertarti di un eventuale momento corretto per la vaccinazione.

Caregiver

Vaccini Toscana, riapre il portale per le persone fragili e i loro caregiver -  Il portale regionale dei vaccini ha riaperto la finestra per la registrazione delle persone con elevata fragilità, anche per chi ha più di 80 anni e per i loro caregiver. Una volta ultimata la registrazione, spiega l'Asl Toscana sud est, sarà inviato un codice che renderà possibile la prenotazione per la somministrazione. In questa finestra del portale può avvenire anche la registrazione dei caregiver: se una persona ad elevata fragilità è già stata inserita sul portale e vaccinata, si spiega, è necessario cancellare la registrazione dal portale, creare una nuova registrazione e spuntare la voce 'persona già vaccinata'. A quel punto se ammessi alla vaccinazione, per chi lo aveva omesso, sarà possibile inserire i relativi familiari, conviventi o caregiver, solo per le patologie previste.

I numeri: 500mila toscani hanno doppia dose

Ha scavalcato quota 500mila il numero dei toscani che hanno ricevuto la doppia dose di vaccino. Per la precisione, al pomeriggio di martedì, sono 507.565. I toscani con la prima dose sono 1.008.856. Nelle rsa è stato vaccinato il 100% degli anziani e degli operatori. Gli over 80 attualmente vaccinati in Toscana sono il 97% del totale.