Pellegrinaggio Ospedalicchio-Santa Maria degli Angeli
Pellegrinaggio Ospedalicchio-Santa Maria degli Angeli

Perugia, 17 ottobre  2021 - Da cardinale a semplice pellegrino. Il presidente della Cei Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia, ieri mattina si è messo con umiltà in cammino alla testa di un gruppo di fedeli che dalla chiesa parrocchiale di Ospedalicchio, una frazione di Bastia Umbra, ha raggiunto la Porziuncola di Santa Maria degli Angeli. Un pellegrinaggio di una decina di chilometri che ha avuto una prima motivazione forte: il cardinale Bassetti, qualche mese fa, era stato ricoverato per giorni in Terapia intensiva dopo essere stato colpito dal Covid. Il presidente dei Vescovi italiani rimase in bilico tra la vita e la morte, per poi riuscire a sconfiggere la malattia. "Io sono stato graziato – ha detto dall’altare ai fedeli poco prima di avviare il cammino verso la Porziuncola – E per questo ho deciso di fare questo pellegrinaggio: per esprimere gratitudine al Signore nella speranza che tanti altri malati possano guarire, per ringraziare chi ha pregato per me e i sanitari dell’ospedale di Perugia che mi hanno curato". Inevitabile, poco dopo camminando al suo fianco, affrontare con il Cardinale il nodo di vaccini e green pass: "Io non giudico né tantomeno condanno nessuno – ha detto Bassetti – Credo soltanto che vaccinarsi sia una forma di rispetto e protezione verso gli altri ai quali dobbiamo sempre pensare andando anche oltre le nostre convinzioni".
 

Ma il pellegrinaggio verso le terre di San Francesco ha avuto anche un altro obiettivo. Il presidente della Cei è preoccupato per la crisi di vocazioni sacerdotali che nota in tante parti d’Italia. "Nella Diocesi di Perugia – ha detto Bassetti – quest’anno nessuno è entrato in Seminario. Prego per i sacerdoti, perché senza loro non esistono le celebrazioni, si rischia di perdere la fede in Dio. Andare verso Assisi alla vigilia del Sinodo diocesano – ha aggiunto Bassetti – ci dà il senso di una Chiesa che si mette in cammino".


Ultimo capitolo la visita del Papa che, a novembre, sarà per la quinta volta ad Assisi. "Il Papa viene per i poveri – dice Bassetti – E’ una scelta sua perché la provertà non è solo economica o materiale, ma anche spirituale, è quella di chi perde la speranza e che chiede aiuto. Quella di tornare ad Assisi è una scelta di Papa Bergoglio, che arriva nei luoghi dove Francesco si spogliò dei suoi beni materiali. Il Pontefice ha scelto questo luogo sacro per lanciare un messaggio preciso all’Italia e non solo".