Firenze, 9 luglio 2021 - Così la situazione non può andare avanti. Le chiusure dell'autostrada A1 nel nodo fiorentino (tra quelle programmate a Firenze Sud per controllare le gallerie e quelle improvvise a Calenzano) stanno davvero fiaccando un territorio, quello che gravita intorno al nodo, i cui automobilisti e camionisti devono fare quotidianamente i conti con le code. Con tutte le conseguenze del caso, anche e soprattutto economiche. La situazione viene costantemente monitorata dalle autorità locali, i sindaci in testa, per cercare di evitare il più possibile i disagi. I lavori sono importanti per garantire la sicurezza dell'infrastruttura viaria, ma l'estate di cantieri che caratterizza la zona di Firenze Sud appare davvero pesante. 

Sos code

Tra le soluzioni in corso di valutazione è prevista la produzione - nelle fasce orarie caratterizzate da flussi di traffico più intensi - di un bollettino che segnali la fluidità del tratto di A1 interessato dai cantieri o eventuali rallentamenti da mettere a disposizione dei cittadini grazie anche al supporto delle amministrazioni comunali.

Il documento verrebbe diffuso ogni giorno a una mailing list, messa a punto in condivisone con i Comuni, composta da una serie di Istituzioni del territorio in modo da poter fornire un’informazione costante sullo stato della viabilità e poter valutare, in accordo con le strutture tecniche di Autostrade per l’Italia, eventuali ulteriori iniziative di facilitazione informativa e assistenza agli utenti già messe in campo da Aspi.

Si pensa anche a un potenziamento dell'esenzione del pedaggio per i percorsi tra Firenze Scandicci e Firenze Impruneta, Villa Costanza e Firenze Impruneta, Firenze Impruneta e Firenze Sud e per i tratti tra Firenze Impruneta e Firenze Scandicci (per i percorsi con ingresso dalle stazioni di Chiusi, Valdichiana, Monte S. Savino, Arezzo, Valdarno, Incisa e Firenze Sud e uscita a Firenze Scandicci) e Firenze Impruneta e Villa Costanza (per i percorsi con ingresso dalle stazioni di Chiusi, Valdichiana, Monte S. Savino, Arezzo, Valdarno, Incisa e Firenze Sud e uscita a Villa Costanza).
 
Autostrade e alcuni sindaci della zona si riuniranno con cadenza periodica. Partecipano  Alessio Calamandrei, sindaco di Impruneta, David Baroncelli, sindaco di Barberino Tavarnelle, Roberto Ciappi, sindaco di San Casciano Val di Pesa e Paolo Sottani, sindaco di Greve in Chianti.

L'obbiettivo delle riunioni periodiche è condividere l'efficacia delle misure adottate a fronte dell'avanzamento dei lavori. Che riguardano, lo ricordiamo, la verifica di stabilità di alcune gallerie. Si tratta in particolare delle gallerie Pozzolatico, Brancolano, Lastrone e Melarancio