Carabinieri
Carabinieri

Terni, 24 gennaio 2020  - Al vaglio dei carabinieri il racconto di  uno studente di 14 anni, che ha denunciato di essere stato colpito con un pugno al volto da un compagno di scuola, della sua stessa età. I militari intendono accertare se si sia trattato di un atto di bullismo, circostanza che viene però esclusa dal preside della scuola superiore frequentata dai due ragazzini.

Il fatto è avvenuto giovedì, mentre il 14enne attendeva l'autobus per tornare a casa. Il ragazzo, colpito da un pugno al volto, è stato trattenuto una notte in osservazione in ospedale e quindi dimesso. La prognosi di guarigione è di due settimane. “La nostra scuola – afferma il preside - è molto impegnata sul tema del bullismo e non ci sono emergenze particolari”. I due avrebbero avuto un litigio in mattinata, nell'ora di educazione fisica, alla presenza anche di un insegnante. “Una lite per futili motivi, con spintoni, che è stata prontamente sedata dal docente” aggiunge il preside.