Guardia Costiera
Guardia Costiera

Capraia, 20 luglio 2019 - Controlli serrati della Guardia costiera di Livorno anche sul il fronte della filiera ittica.

Oltre 240 chili di pesce spada proveniente dalla pesca professionale dell’Isola di Capraia sono stati sottoposti a sequestro. Gli ispettori del Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Livorno sono intervenuti a bordo della nave Liburna, il traghetto partito da Capraia e diretto a Livorno, sul quale, stando ad una segnalazione anonima, risultava essere stato imbarcato un motocarro “Ape cross” con del pesce trasportato illegalmente. All’arrivo in porto veniva effettivamente verificata la presenza a bordo del veicolo, nel cui vano di carico veniva riscontrata la presenza di otto esemplari di pesce spada, accuratamente nascosti da un grosso telo in plastica.

Le inidonee condizioni del mezzo di trasporto, in particolare sprovvisto di cassone refrigerato, portavano all’immediato sequestro del pesce, preventivamente sottoposto a visita igienico sanitaria da parte del dirigente sanitario della Usl 6 di Livorno e dichiarato inidoneo al consumo umano. Denunciato il proprietario del mezzo di trasporto. Il veicolo, per giunta, all’atto del controllo è anche risultato già sospeso dalla circolazione poiché privo della prescritta revisione, motivo per il quale è stato sottoposto al fermo amministrativo per 90 giorni ed al proprietario è stata elevata una sanzione da 2mila euro.