Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
17 mag 2022

18 maggio 2021, muore Franco Battiato

Maestro, filosofo e pioniere di nuovi mondi musicali,  su Rai Uno il primo documentario sull’artista che ha ridefinito il concetto di musica pop in Italia 

17 mag 2022
Franco Battiato
Franco Battiato
Franco Battiato
Franco Battiato

Firenze, 18 maggio 2022 – Il 18 maggio 2021 moriva Franco Battiato, maestro e filosofo animato da una costante ricerca interiore, che in otre 50 anni di carriera, è stato uno degli autori più grandi e rivoluzionari della musica italiana.

Il suo è stato un percorso unico e di assoluta avanguardia, in cui, sempre all’insegna della contaminazione e della creatività, ha spaziato tra vari generi, dalla musica pop che il suo genio ha ridisegnato, alla musica colta. Dall’inizio di carriera col primo album ‘Fetus’, fino a ‘La Voce del Padrone’, ha scardinato le regole del gioco ottenendo sempre un grande successo con brani che hanno fatto la storia della canzone del nostro Paese, come ‘La Cura’, ‘L’era del cinghiale bianco’, ‘Centro di gravità permanente’, ‘Cuccurucucù’.

Dedicato al genio di Battiato, a un anno dalla morte, ‘Il coraggio di essere Franco’, primo documentario sull’artista in onda stasera su Rai 1. Prodotto da Aut Aut Production con Rai Documentari, il film scritto e diretto da Angelo Bozzolini, ripercorre con la voce narrante di Alessandro Preziosi, la vita e la carriera del grande artista siciliano, restituendone anche un suo ritratto intimo attraverso il racconto della nipote Cristina Battiato e al materiale inedito degli archivi fotografici della famiglia, della Rai, della Cineteca di Bologna e della Universal Music, nonché alle riprese esclusive nelle case di Milano e Milo in Sicilia. E non mancheranno le testimonianze, tra cui quelle di Alice, Vittorio Sgarbi, Luca Madonia, Antonio Scurati, Giovanni Caccamo. E Morgan eseguirà in anteprima "Battiato mi spezza il cuore".

 

Nasce oggi

 

Bertrand Russell nato il 18 maggio 1872 a Trellech. Filosofo, matematico e saggista, venne insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1950. Ha scritto: “Il problema dell’umanità è che gli stolti sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi”.

 

Maurizio Costanzo

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?