Firenze, 3 dicembre 2021 – A Firenze scatta l’obbligo di mascherina all’aperto in alcune aree più a rischio assembramenti della città, a partire da sabato 4 dicembre dalle 10 del mattino alle 22 di sera. Obbligo che sarà valido fino a fine anno nelle 18 giornate in cui è previsto maggiore afflusso di persone per lo shopping di Natale. Inoltre, sono previsti sensi unici pedonali nei 3 giorni da ‘bollino rosso’ dello shopping natalizio in via Calzaiuoli e via Calimala e quattro giorni di stop alle auto in via Gioberti.

L’ordinanza “acquisti sicuri” sarà firmata nei prossimi giorni e resterà in vigore fino al 31 dicembre, attuale scadenza dello stato di emergenza nazionale per il covid, salvo proroghe. Il piano dei controlli sarà varato in sede di Cosp, venerdì prossimo. “Il piano - ha dichiarato il Prefetto Valenti - entrerà in vigore da sabato 4 e coinvolgerà il massimo delle forze disponibili sul campo con controlli selettivi in tutte le parti del territorio comunale e della provincia. Chiedo ai cittadini di vigilare sul rispetto delle norme nei confronti dei “distratti”, siano essi utenti che gestori di strutture, impianti ed esercizi”.

Mascherina all'aperto, quando

L’ordinanza sarà valida nei giorni dal 4 al 12 dicembre, dal 17 al 19, dal 23 al 26, e il 30 e 31 dicembre 2021 dalle ore 10 alle ore 22.

Dove sarà obbligatoria la mascherina

Previsto l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto nelle seguenti strade e aree: nel cosiddetto ‘Quadrilatero Romano’, delimitato dal perimetro, anch’esso ricompreso nello stesso, formato da Piazza Duomo - Piazza S. Giovanni - Via de Pecori - Via dell’Agli- Piazza Antinori -Via Tornabuoni-Piazza S. Trinità - L.no Acciaioli - Via Por S. Maria - Ponte Vecchio - Via Vacchereccia - Piazza della Signoria - Via de Gondi - Via del Proconsolo e nel Piazzale degli Uffizi, in via dei Neri, in piazza San Lorenzo e via Borgo San Lorenzo; in piazza Santa Croce, in via Gioberti, a Borgo La Croce, via Pietrapiana, nel piazzale Oriana Fallaci con accesso da viale Strozzi e piazzale Caduti dell’Egeo (il giardino della Fortezza) e al Centro commerciale San Donato.

Eventi affollati, cosa fare

Palazzo Vecchio ricorda che in ogni caso l’obbligo anche all’aperto di indossare mascherine in occorrenza di ogni evento o manifestazione organizzati in occasione delle festività natalizie, che attirino un’affluenza di persone tale da creare affollamenti, quali, ad esempio, mercati, mercatini natalizi, fiere e fierucole, esposizioni, flashmob e qualsiasi altro evento all’aperto, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale vigente.

Sensi unici pedonali, dove sono  

Per i giorni di 18, 19 e 24 dicembre viene disposto dalle 14 alle 20 l’istituzione del senso unico pedonale in via dei Calzaiuoli (nel tratto fra via de’ Tosinghi fino a Porta Rossa, rimangono libere per gli autorizzati le direttrici de’ Tosinghi/Oche e Condotta/Porta Rossa), con transito pedoni a senso unico con accesso lato Piazza Duomo e uscita lato Piazza della Signoria. In via Calimala (tratto Porta Rossa – Repubblica): transito pedoni a senso unico con accesso da Porta Rossa e uscita verso Repubblica.

Via Gioberti pedonale

Per quattro giorni, l’8 il 12, il 19 e il 24 dicembre, via Gioberti sarà pedonale dalle 10 alle 20. Sono Previsti anche provvedimenti collaterali nelle strade vicine: via Villari (da via Scipione Ammirato a via Gioberti), via Luna e viuzzo delle Canne diventeranno strade senza sfondo sul lato di via Gioberti.

La decisione su queste misure è stata presa dopo il vertice a cui hanno partecipato il sindaco Dario Nardella, il Prefetto Valerio Valenti, il questore Filippo Santarelli, l’assessora alla sicurezza Benedetta Albanese e il comandante della polizia Municipale Giacomo Tinella. “Visto il peggioramento della situazione legata al covid e il probabile maggior afflusso di persone per il tradizionale shopping natalizio nelle strade e piazze del centro – ha detto Nardella – abbiamo introdotto l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto in quei giorni e in quelle aree della città dove è più probabile l’alta affluenza e più alto il rischio di non mantenere il necessario distanziamento interpersonale. Abbiamo anche deciso alcuni provvedimenti per prevenire assembramenti nelle strade più frequentate per gli acquisti di Natale. Ma voglio fare di nuovo la raccomandazione alla massima prudenza da parte di tutti sia nei luoghi all'aperto che in quelli al chiuso”.