Palermo, 25 ottobre 2021 - Una violenta ondata di maltempo sta colpendo il Sud Italia, causando allagamenti, danni e disagi. Allerta rossa in Sicilia e Calabria.

Sicilia

Ritrovato senza vita il corpo dell'uomo di 67 anni disperso ieri sera per il maltempo in contrada Ogliastro, a Scordia, nel Catanese. Era in un vicino agrumeto, a poca distanza dal luogo in cui era stato visto l'ultima volta. Nessuna notizia della moglie di 65 anni.

Sul versante occidentale, in provincia di Trapani, quattro uomini rimasti bloccati dall'ingrossamento di un fiume sono stati salvati dall Nucleo Saf. I quattro, due tedeschi, un italiano e un sudamericano sono stati salvati poco prima di essere travolti dall'acqua. I quattro erano in stato di ipotermia e sono stati portati in ospedale. Le loro condizioni non sono gravi.

"È in atto una perturbazione molto forte sulla Sicilia - ha comunicato Salvatore Cocina, direttore della Protezione civile siciliana - una cellula temporalesca che si è già abbattuta su Pantelleria e che si appresta a raggiungere le zone dell'Agrigentino e il Nisseno. Un'altra cellula temporalesca ha già scaricato una grande quantità di pioggia tra Palagonia, Scordia, Militello, Francofonte, provocando frane e allagamenti e danni alle cose ma fortunatamente senza alcun ferito. Un'altra cella investe la zona di Giarre. La situazione è in evoluzione e ci attendiamo ulteriori fenomeni. Siamo in allarme rosso e sono aperti oltre cento centri operativi comunali che stanno monitorando la situazione".

In Sicilia orientale il livello di allerta è massimo. Le scuole di ogni ordine e grado oggi resteranno chiuse per precauzione. A Catania e provincia rimarranno chiusi anche gli hub vaccinali. Tantissimi gli alberi abbattuti, cartelli stradali divelti e danni alle infrastrutture. Decine i voli per la Sicilia che hanno subito ritardi, cancellazioni o dirottamenti. Le difficoltà maggiori si sono registrate allo scalo etneo di Fontanarossa, dove sono stati dirottati doversi voli su Palermo e Comiso.

Calabria

Scuole chiuse, stamane, in molti centri della Calabria a causa dell'allerta meteo previsto per la giornata di oggi. Unità di crisi sono state attivate nelle prefetture e nei comuni maggiormante esposti. I sindaci di Catanzaro e Reggio Calabria hanno disposto la chiusura degli istituti a seguito della diffusione del bollettino di allerta meteo di livello rosso, diramato dalla Protezione civile regionale per l'intera giornata. A Catanzaro, in particolare, il sindaco Sergio Abramo, ha disposto la chiusura di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado - compresi i servizi educativi per l'infanzia e per la scuola dell'infanzia pubblici e privati, asili nido pubblici e privati e ludoteche, attività scolastiche ed extrascolastiche - e degli impianti sportivi della città.

"Il provvedimento - spiega una nota - si rende necessario, in via precauzionale e per l'elevata criticità, in previsione del persistere di precipitazioni intense a prevalente carattere di rovescio o temporale, venti forti e mareggiate lungo le coste esposte. Una situazione che potrebbe comportare rilevanti problematiche connesse alle difficolta' di spostamento con mezzi pubblici e privati". Il sindaco ha anche attivato il Centro operativo Comunale per monitorare costantemente la situazione e adottare ogni misura necessaria per affrontare eventuali rischi e pericoli a tutela della pubblica incolumità.

A Reggio, domenica sera, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha firmato un'ordinanza che prevede la chiusura al transito veicolare e pedonale del lungomare oltre che delle scuole di ogni ordine e grado. A Crotone, tra le misure precauzionali previste, con ordinanza sindacale, è stata disposta l'evacuazione dei fabbricati e delle abitazioni collocate a ridosso del Canale 19 in località Margherita. E' stata prevista l'accoglienza delle famiglie nella palestra dell'Istituto "Alfieri" che è stata già allestita dal Centro Operativo Comunale di Protezione Civile. E' stata disposta, inoltre, con ordinanza sindacale, la sospensione della "Fiera Campionaria di ottobre" che si sta svolgendo in località Passovecchio. Il sindaco Vincenzo Voce, che ha presieduto il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per il 25 ottobre. Allerta anche a Cosenza dove il settore Protezione Civile del Comune ha diffuso un avviso alla cittadinanza avvisando che su tutto il territorio comunale sono previste "precipitazioni diffuse ed intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale". Anche la prefettura di Vibo Valentia, nella cui sede è attiva l'unità di crisi, segue costantemente l'evolversi della situazione.