Le Mura di Lucca
Le Mura di Lucca

Lucca, 27 febbraio 2021 - Un intervento sui parapetti esterni, che non avranno ringhiere, e risagomature in terra e biostuoie per la barriera erbosa storica: sono alcune delle misure previste per il progetto di restauro e miglioramento della sicurezza della Mura di Lucca, monumento di architettura militare e al contempo parco urbano.

Il progetto, spiega una nota, elaborato dal Comune in dialogo con la Soprintendenza, parte proprio dalla considerazione dell'essenza storica e funzionale duplice che il complesso architettonico ha mantenuto costantemente nella sua ultra cinquecentenaria esistenza. L'accesso ai parapetti esterni è vietato da molti anni con tanto di cartellonistica in più lingue ma i parapetti sono in alcuni punti consumati e devono quindi essere riportati alla forma originale. Il recupero esclude l'utilizzo di balaustre in ferro e sarà realizzato essenzialmente con due tipologie di intervento che saranno spesso usate insieme: restauro e consolidamento dei profili interni dei parapetti in terra; regolarizzazione dei piani nelle immediate adiacenze del paramento murario. I parapetti esterni dei baluardi e di alcuni tratti delle Mura hanno perso la loro sezione originaria e saranno risagomati sull'interno fino ad ottenere dei fronti con un angolo di inclinazione massimo sulla verticale di 15 gradi e saranno rinforzati con tecniche di bioingegneria (bio-stuoie di juta fissate con chiodature metalliche) che saranno completamente inglobate dalle 'pellicce erbose' e saranno quindi invisibili. Inoltre, dove c'è necessità è stata prevista anche una regolarizzazione e riprofilatura delle superfici al piede dei parapetti, in modo da evitare accumuli di acque meteoriche in prossimità delle strutture murarie.

Maurizio Costanzo