Roma, 12 gennaio 2022 - Quali saranno le attività che, dopo l'approvazione del nuovo Dpcm interministeriale attualmente in stesura, saranno esentate dall'obbligo di green pass base? Negozi alimentari, supermercati, ospedali, edicole, veterinari, farmacie, dentisti, parrucchieri, poste, banche, commissariati di polizia e carabinieri: in quali attività saremo costretti ad esibire il certificato verde base e in quali invece non sarà necessario mostrare il proprio passaporto vaccinale?

Leggi anche: Super green pass: ecco dove serve, lo speciale - Covid zona arancione, tutte le restrizioni - Le regole in zona gialla

Sono queste alcune delle domande a cui il Dpcm in lavorazione dovrà fornire delle risposte. Il 1 febbraio scatterà l'obbligo di green pass per i negozi e il Governo lavora per fornire una lista delle attività che potranno derogare a questo nuovo obbligo. Criterio di urgenza e indifferibilità: si parte da qui per capire dove servirà o meno il green pass.

Green pass: dove non servirà

Sulla base di ciò che si apprende dal Governo il green pass base, ovvero il certificato che si ottiene anche con l'esito di un tampone negativo, non sarà richiesto ad esempio per entrare in negozi che vendono generi alimentari. Le attività che vendono beni di prima necessità riceveranno la deroga. Quindi, niente green pass per esempio per recarsi al supermercato, oppure per andare dal panettiere. Stesso discorso anche per entrare in edicola e comprare il giornale: non sarà necessario esibire il green pass.

Anche in tabaccheria niente green pass; stesso discorso per farmacie, ospedali, cliniche mediche, ambulatori ed anche i veterinari, ovvero attività che rientrano in ambito sanitario, che soddisfano cioè esigenze sanitarie urgenti e indifferibile e che forniscono cure. Nel caso in cui una persona abbia l'urgenza di sporgere una denuncia a carabinieri o alla polizia, non ci sarà l'obbligo di mostrare il green pass per entrare in commissariato.

Green pass: dove servirà

Discorso diverso invece per quanto riguarda attività come parrucchieri, centri estetici: dal 20 gennaio scatta l'obbligo di green pass base e tale obbligo dovrebbe essere confermato anche dal nuovo Dpcm interministeriale. Anche per uffici pubblici, banche, uffici postali non ci saranno novità: per accedere a questi servizi sarà obbligatorio essere dotati di green pass base ed esibirlo all'entrata.

Anche per andare dal dentista servirà il certificato verde ottenuto con un tampone risultato negativo.