Firenze, 1 settembre 2021 - E' il primo giorno delle nuove regole del green pass. Dopo la prima applicazione del certiticato verde il 6 agosto, adesso scattano le nuove norme che regolamentano l'accesso ai lavori pubblici. Da oggi il green pass serve sui treni ad alta velocità e serve anche agli insegnanti per entrare a scuola, ma non agli studenti. Serve però, in università, sia ai professori che al personale universitario. Ma anche, in questo caso, agli studenti. Nuove applicazioni che puntano a arginare ulteriormente il contagio da coronavirus. Ma l'applicazione non è esente da polemiche, con possibili contestazioni soprattutto nelle stazioni ferroviarie. 

Green pass: dove è obbligatorio / Treni e bus / Traghetti / Ospedali In quali luoghi non serve / Giani: "I non vaccinati esclusi da luoghi pubblici"

image

Flop delle manifestazioni dei no green pass nelle stazioni

Scuola, nove insegnanti non ammessi nel primo giorno di green pass in Toscana

 In tanti ai gazebo Cri per i tamponi

Folla al gazebo della Croce Rossa allestito davanti alla stazione Santa Maria Novella a Firenze, che offre tamponi gratuiti. Da oggi il Green pass (che si ottiene anche dopo la prima dose di vaccino) è obbligatorio per scuola, trasporti e università: l'alternativa è fare il test antigenico rapido e in tanti si stanno recando al gazebo della Croce Rossa proprio per questo motivo. «Ci sono tante persone - ha detto Lorenzo Andreoni, presidente Croce Rossa Firenze -. La tendenza è all'aumento, di certo non alla diminuzione: attualmente però devo precisare che con il nostro tampone non viene emesso un Qr code, stiamo lavorando su questa possibilità. Ma è pur sempre un tampone negativo e vale per le 48 ore successive, per cui è normale ci sia molta richiesta. Nella struttura davanti a Santa Maria Novella possiamo fare 550-600 tamponi al giorno nelle 8-9 ore di attività effettiva, di più non riusciremo a fare». Il gazebo è attivo dalle 8 alle 20 con la chiusura dell'accettazione alle 18.30.

image

Green pass, cosa fare se non arriva il codice

Santa Maria Novella, controlli regolari

Sono regolari i controlli del green pass ai varchi della stazione di Santa Maria Novella a Firenze. Il green pass è obbligatorio solo sui treni ad alta velocità di Trenitalia e Italo e sugli Intercity Notte. Non serve sui treni regionali, anche su quelli che sonfinano in un'altra regione. Le persone si fanno controllare dal personale la regolarità della certificazione verde e non sono emerse particolari criticità. 

image

Stazione blindata contro contestatori

Presenza rafforzata delle forze dell'ordine fin dalle prime ore della mattina intorno alla stazione ferroviaria di Firenze Santa Maria Novella, in vista della protesta annunciata dai no vax per il pomeriggio di oggi, giorno dell'entrata in vigore dell'obbligo del Green pass per i trasporti a lunga percorrenza. La minaccia di invadere le stazioni e bloccare i treni dell'Alta Velocità, diffusa attraverso il servizio di messaggistica Telegram, riguarda infatti anche lo scalo fiorentino. Il popolo del no si è dato appuntamento intorno alle 14,30 fuori dalla stazione, già presidiata da polizia e carabinieri.

image