Firenze, 17 giugno 2021 - Il presidente del Consiglio Draghi ha firmato il dpcm che dà il via libera al green pass, il lasciapassare che permetterà di viaggiare e partecipare a eventi pubblici. Un perno della lotta al covid, perché permetterà gli spostamenti nei prossimi mesi e consentirà al pubblico di tornare nei luoghi pubblici.

E' un documento che certifica che chi lo possiede non ha il covid: o perché si è vaccinato, o perché ha effettuato un tampone o perché ha avuto il covid ed è guarito. 

A partire dal prossimo 1 luglio garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell'Unione. "In tal modo - dice il Governo - sarà assicurata la piena libertà di movimento sul territorio dell'Unione a tutti coloro che avranno un certificato nazionale valido".

Il sito internet

Il sito apposito per il Green Pass è operativo a partire da oggi; tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate fino al 17 giugno saranno rese disponibili entro il 28 giugno. La piattaforma informatica nazionale dedicata al rilascio delle Certificazioni sarà progressivamente allineata con le nuove vaccinazioni. Per tutte le informazioni è possibile contattare il Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni dalle 8 alle ore 20. I cittadini già dai prossimi giorni potranno ricevere notifiche via email o sms. La Certificazione sarà disponibile per la visualizzazione e la stampa su pc, tablet o smartphone. In alternativa alla versione digitale, la Certificazione potrà essere richiesta al proprio medico di base, pediatra o in farmacia utilizzando la propria tessera sanitaria.

La notifica sul cellulare

«A partire da oggi i cittadini potranno iniziare a ricevere le notifiche via email o sms con l'avviso che la certificazione è disponibile e un codice per scaricarla su pc, tablet o smartphone. L'invio dei messaggi e lo sblocco delle attivazioni proseguirà per tutto il mese di giugno e sarà pienamente operativo dal 28 giugno, in tempo per l'attivazione del pass europeo prevista per il 1° luglio». Lo specifica il Ministero della Salute in una nota. Il Green Pass, aggiunge, «contiene un QR Code che ne verifica autenticità e validità, a tutela dei dati personali andrà mostrato soltanto al personale preposto per legge ai controlli».

Green Pass anche in farmacia

Sarà possibile ottenere una delle certificazioni verdi Covid 19 anche in farmacia. In alternativa alla versione digitale, sottolinea Palazzo Chigi, i documenti potranno essere richiesti al proprio medico di base, al pediatra o in farmacia, utilizzando la propria tessera sanitaria.

"Così riprende il turismo"

«Con oggi il green pass diventa strumento reale che consentirà dal primo luglio la ripresa del turismo consolidando la ripresa economica del Paese e di eventi sportivi oltre che dei matrimoni - dice Elena Carnevali, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera - Un traguardo che allinea l'Italia all'Europa armonizzando le regole a quelle europee. La scelta del presidente del Consiglio Draghi e del governo di coniugare sicurezza sanitaria alla ripresa delle attività economiche, sociali e culturali si dimostra la strada giusta. I virus non conoscono confini, come purtroppo ancora insegna la variante Delta ed il green pass è senz'altro, insieme alla campagna vaccinale, un ottimo strumento per garantire libertà e sicurezza».