Il ricordo delle vittime dell'Olocausto
Il ricordo delle vittime dell'Olocausto

Firenze, 26 gennaio 2021 - Se la memoria degli eventi passati resta un valore imprescindibile per ogni nazione e per ogni società, questo valore diventa ancora più significante quando ci si avvicina al ricordo di eventi tragici che hanno coinvolto l’intero mondo: è il caso del Giorno della Memoria, che ricorda le vittime dell’Olocausto. La Regione Toscana, il Comune di Firenze e tutta la città metropolitana,  nonostante questo momento complicato di emergenza sanitaria da Covid, ha organizzato un ricco calendario di iniziative per commemorare questo giorno così importante, con vari incontri che sarà possibile seguire in streaming.

Le iniziative istituzionali

Il Consiglio regionale della Toscana, il 27 gennaio alle 15, celebrerà il Giorno della Memoria con una seduta solenne nella sala consiliare di palazzo del Pegaso, che si potrà seguire in diretta streaming sul sito, sulla pagina Facebook o sul canale Youtube del Consiglio regionale. Sarà il presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mazzeo, ad aprire i lavori. Seguiranno gli interventi del presidente della Toscana, Eugenio Giani, dello storico Giovanni Gozzini e del consulente per le politiche della memoria della Regione Toscana, Ugo Caffaz.

Una serie di incontri in streaming si terranno poi sul Canale YouTube del Comune di Firenze a cura del Consiglio Comunale e dell’Assessorato alla cultura della memoria. Il 26 gennaio alle 15 l’appuntamento è sul tema “Fede, Dialogo e Memoria”, in cui le confessioni religiose si confronteranno sul tema della memoria. Il 27 gennaio sono previste due cerimonie commemorative: alle ore 11 si terrà la cerimonia commemorativa della Giornata della Memoria al Memoriale di Auschwitz (ex 3) in viale Giannotti. Evento in presenza per un numero limitato di invitati, secondo le norme Covid, e collegamento pubblico tramite diretta streaming sul Canale YouTube del il 27 gennaio Comune di Firenze. Alle 12.30 si terrà l’intitolazione Largo Vincenzo Giudice in viale Strozzi angolo via Valfonda in collaborazione con il corpo della Guardia di Finanza. Alle 17 si terrà la tavola rotonda dal titolo “Dalla Shoah negata al Porrajmos dimenticato: i prodotti dell’odio”: interverranno rappresentanti dell'Amministrazione comunale, della comunità scientifica e universitaria e delle confessioni religiose. Il 29 gennaio alle 15 incontro dedicato a Memoria, Territorio e Impegno. Confronto tra amministratori in collaborazione con Aned e Anpi.

L’università di Firenze propone una serie di appuntamenti online: la mattina del 27 alle ore 9 in diretta live su unifi.it la cerimonia in ricordo degli universitari colpiti dalle leggi razziali; alle 14,30 l’incontro online ‘La messa in opera della Memoria’; alle 16 la lectio magistralis su ‘La risposta europea alla crisi pandemica’ di Marco Buti; l’incontro online ‘Nel cantiere della memoria’; e poi     l’iniziativa ‘Le donne e la scienza attraverso un ricordo di Enrica Calabresi’, con visione on demand gratuita fino al 29 gennaio del docufilm ‘Una donna, poco più di un nome’ e il talk sulla condizione delle donne scienziate nella primametà del novecento. L’European Jewish Assotiation propone per il 27 gennaio dalle ore 14 un incontro online con leader e parlamentari europei, partecipano esponenti del governo italiano.

 

 

 

Cinema, teatro e musei

Dal Teatro delle Spiagge, i Teatri d’Imbarco il 31 gennaio alle ore 18 porta in scena online ‘C’era la rivolta nel ghetto’, spettacolo con Beatrice Visibelli che racconta i giorni dell’insurrezione del Ghetto di Varsavia (per il collegamento a zoom occorre scrivere a info@teatridimbarco.it). E per la serie il cinema per non dimenticare, una selezione di 9 film sulla piattaforma Più Compagnia, introdotti dallo scrittore Flavio Tuliozi fino al 3 febbraio. ‘Terre d’esilio, terre di confino’ è il contributo della Galleria degli Uffizi alla Giornata della memoria: tra i relatori, in diretta Facebook, il 26 gennaio dalle ore 9,30, il direttore Eike Schmidt, Silva Rusich, Enrico Fink, Alessia Cecconi, Riccardo Bruscagli, Alessia Cecconi, Valdo Spini, introduce Claudio Di Benedetto.  Il museo Novecento propone Claire Fontaine ‘Pitchipoi’ a cura di Paola Ugolini dal 27 gennaio all’11 marzo, Giorgio van Straten ‘Manni’ regia di Riccardo Iacopino il 27 gennaio. Il Memoriale italiano di Auschwitz propone visite guidate dal vivo il 29 gennaio su prenotazione e il 27 un viaggio virtuale, evento digitale su Zoom 

 

 

Le iniziative dei Comuni dell’area metropolitana

 

Barberino di Mugello celebra il Giorno dalla memoria con un video realizzato dall’amministrazione con i giovani barberinesi. Che reciteranno e leggeranno testi di Anna Frank, Liliana SegrePrimo Levi, Quasimodo e Guccini e il 27 saranno pubblicati sui canali social del Comune. 

Palazzuolo sul Senio per ricordare la tragedia della Shoah la mattina del 27 all’istituto Dino Campana organizza la proiezione del documentario ‘I Giusti dell’Alto Mugello’ e poi laboratori con ‘La memoria delle rose bianche’ nei locali della biblioteca.

Il Comune di Vaglia sul proprio sito pubblica il video composto da letture, testimonianze e un’intervista a Igor Polesitsky, prima viola del Maggio che parlerà della musica della memoria.

A Rufina mercoledì doppio appuntamento: la mattina a scuola e la sera l’installazione di una pietra d’inciampo in memoria delle vittime della Shoah.

Reggello celebra la giornata con il consiglio comunale e uno spettacolo al teatro Excelsior.

Giornata tra storia, letteratura e teatro a San Casciano, a partire da domenica con una diretta su Facebook  con lo storico e scrittore Michele Sarfatti; in un video le letture di e con Tiziana Giuliani in memoria delle vittime della deportazione. 

La Sezione Anpi Sergio Fallani di Scandicci ha voluto fare per il 27 un dono agli insegnati delle terze medie dei tre istituti comprensivi del Comune: il dvd con l’ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre.

Tante le iniziative organizzate dal Comune di Bagno a Ripoli: poesie, testimonianze dei sopravissuti affidate ai social network per creare una grande bacheca virtuale del ricordo, l’omaggio ai cippi del territorio che ricordano le vittime del nazifascismo, l’intitolazione della pista ciclabile di Grassina a Gino Bartali, una video proiezione con gli studenti del Gobetti Volta.

L’Orchestra Multietnica di Arezzo dialoga con l’Alexian Group sul palco dell’Excelsior di Reggello in ‘Romanzo Simcha – Festa ebraica rom’, concerto che sarà disponibile in streaming su Youtube dal 27 gennaio alle 21,30.

Il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha organizzato un doppio appuntamento: al mattino con le scuole superiori, Aned, Anpi, Comunità ebraica di Firenze e Consolato tedesco, mentre nel pomeriggio il racconto della deportazione della famiglia ebrea Melauri dal Brollo ad Auschwitz.  

Il Comune di Impruneta oltre agli eventi per le scuole, ha prodotto tre video che saranno pubblicati alle ore 21 sul canale Facebook del Comune. Il 27 gennaio è la volta del il primo video ‘Ponti di memoria’. Il secondo si intreccerà con il percorso "Conversazioni Invernali" della biblioteca di Impruneta, in programma il 29 gennaio: "Se Anna fosse qui" cammino dentro il diario di una adolescente. Infine, il terzo video sarà un dialogo tra il vice sindaco Matteo Aramini, il presidente di Art Art Paolo Luzi e il pittore Maestro Romano Morando, su una raccolta di opere a tema: "Meditate che questo è stato", online dal 31 gennaio. Filo diretto con la biblioteca Indro Montanelli di Fucecchio, dalle 17,30 sulla pagina Facebook della struttura. 

  Maurizio Costanzo