Sansepolcro (Arezzo), 18 settembre 2021 - E' una storia da film, da romanzo, con un lieto fine: Davide Pecorelli, 45 anni, padre di quattro figli, scomparso nel nulla per otto mesi, è stato trovato vivo su un gommone nel mare dell'Arcipelago Toscano. Una vicenda per la quale molte ricostruzioni devono essere ancora fatte, ma intanto c'è il sospiro di sollievo per la sua famiglia e per il padre ultraottantenne he potrà riabbracciarlo.

Quando è scomparso

Davide Pecorelli era scomparso a gennaio 2021. Imprenditore, con negozi di parrucchiere tra l'Umbria e la Toscana, in particolare la provincia di Arezzo, Pecorelli era andato in Albania per affari. La sua auto, noleggiata all'aeroporto di Tirana, era stata ritrovata bruciata in una zona sperduta del Paese, al confine con il Kosovo. Di lui si erano perse le tracce. Nell'auto distrutta dal fuoco era stato ritrovato qualche effetto personale. Per Davide Pecorelli il destino sembrava segnato. Aggredito chissà come e chissà da chi, con la procura albanese e quella italiana che si sono messe subito al lavoro per cercare di risolvere il giallo. 

Dove è stato trovato

Eppure Davide era vivo. Ha fatto in qualche modo perdere le tracce. E dall'Albania, otto mesi dopo, il film si sposta nelle isole dell'Arcipelago Toscano. Ha dormito per una notte all'Isola del Giglio, poi ha preso un gommone con destinazione Isola di Montecristo, sulla quale peraltro l'accesso è vietato se non a pochissime persone. Il suo gommone però è andato in avaria e proprio i carabinieri forestali dell'isola lo hanno soccorso. Poi il trasferimento sulla terraferma. Nella mattina di sabato è stato identificato dai carabinieri di Piombino

Le indagini

La procura aveva aperto un fascicolo per omicidio volontario. Le indagini si erano dirette a dei frammenti di ossa umane che sarebbero state trovate nell'auto. Frammenti che però si sono rivelati inutilizzabili. Ma intanto è gioia per la sua famiglia, per i suoi quattro figli. Famiglia che abita in Umbria, tra Selci Lama e Città di Castello. Una vicenda da film, molti lati oscuri ancora da chiarire. Ma adesso Davide Pecorelli potrà raccontare cosa è successo in questi otto mesi in cui ha fatto perdere le tracce. 

Il lavoro di Davide Pecorelli

Una vicenda della quale si era occupata a lungo anche la tv albanese, che aveva mandato in onda una serie di show e approfondimenti per cercare di dare una soluzione al caso. Pecorelli in Albania aveva aperto un’attività, poi spesso si recava in quel Paese per vendere costosi laser da utilizzare nei centri estetici. Sembra che nell’ultima circostanza doveva trattare con un medico la cessione di uno di questi macchinari dal valore di circa 70mila euro.