I vigili del fuoco sul luogo della tragedia
I vigili del fuoco sul luogo della tragedia

Portoferraio (Livorno), 23 luglio 2019 - A Portoferraio il Comune ha deciso il lutto cittadino per oggi e mercoledì: sospese tutte le manifestazioni estive in segno di rispetto per la tragedia di via De Nicola.

"Con paterna partecipazione siamo vicini a quanti sono stati coinvolti, in diverso modo, nella tragica vicenda della deflagrazione di una palazzina a Portoferraio". Lo dichiara al Sir il vescovo di Massa Marittima-Piombino, monsignor Carlo Ciattini.

Il presule conferma la morte di una persona e la presenza di alcuni feriti, ma "al momento non conosciamo ancora la dinamica dell'accaduto". "Ci preme evidenziare la partecipazione al dolore della comunità di Portoferraio e dell' Elba tutta - aggiunge il vescovo -, mentre assicuriamo la nostra preghiera e la nostra solidarietà a quanti, in questo momento, sono stati privati di affetti, di beni, oppure soffrono per la perdita di persone care".

In precedenza il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini, aveva detto: "È una tragedia, perché quando succedono cose del genere non si può che parlare di tragedia. Con un morto, un disperso e tre feriti di cui due mi dicono gravi, speriamo solo che la situazione non peggiori. Stiamo lavorando per estrarre l'ultima persona che è ancora sotto le macerie e nel frattempo si sta operando anche per mettere in sicurezza un tetto della palazzina che è rimasto in piedi ma pericolante". "Molto probabilmente - ha aggiunto il sindaco - si è trattato di una fuga di gas interna alla palazzina che era servita da una serie di bombole di gas esterne. Ora stiamo approntando tutta la logistica per dare assistenza e fornire il pranzo a tutti gli operatori che sono intervenuti".

Anche la presidente della Provincia di Livorno, Marida Bessi, esprime profondo cordoglio per le vittime del crollo. "Insieme al consigliere provinciale Andrea Solforetti - dice la presidente Bessi - stiamo seguendo con grande apprensione l'evolversi della situazione e sul posto sono presenti anche alcune guardie provinciali. Siamo vicini alle famiglie delle vittime e dei feriti, ai quali auguriamo una completa guarigione con l'auspicio che si possa fare piena luce sulle cause dell'incidente".