La Costa Smeralda nel porto di Savona
La Costa Smeralda nel porto di Savona

Savona, 2 maggio 2021 - E' ripartito nel pomeriggio del 1 maggio il settore delle crociere, con un maxi indotto che in Italia è rimasto fermo a lungo a causa del covid. Si riparte tra imponenti misure di sicurezza anti-coronavirus, ovviamente. 

Costa Smeralda, ammiraglia di Costa Crociere, ha inaugurato dal porto di Savona la sua crociera di una settimana in Italia. E' la prima nave della compagnia italiana a riprendere a operare nel 2021; la stagione estiva vedrà un totale di quattro navi Costa in crociera nel Mediterraneo.

La ripartenza è stata festeggiata alla presenza del direttore generale di Costa Crociere, Mario Zanetti, e delle autorità locali: il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini e il comandante della Capitaneria di Porto di Savona, Francesco Cimmino.

«Nel giorno della Festa dei Lavoratori la nostra compagnia riparte - ha detto Zanetti - celebrando il lavoro che riprende, per noi e per tutto l'indotto. E siamo lieti di ripartire proprio da un porto ligure, nella regione che è la nostra casa da oltre 70 anni. Prima dell'emergenza Covid la nostra compagnia generava un indotto annuo pari a 3,5 miliardi di euro a livello nazionale, con oltre 17mila posti di lavoro diretti e indiretti, lavorando con circa 5.000 fornitori. La ripartenza di oggi ci auguriamo sia il segno di un ritorno a una nuova normalità».

«La ripartenza di Costa Crociere in occasione della Festa dei Lavoratori assume una forte valenza simbolica - è il commento di Caprioglio - Savona è pronta ad accogliere nuovamente i croceristi». «Apprezzo molto il senso di responsabilità di Costa Crociere - spiega Signorini - con rigorosi protocolli di sicurezza che consentiranno ai passeggeri di vivere in maniera rilassata e piena la crociera, sia a bordo sia nelle esperienze a terra». «La Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Savona - ha aggiunto Cimmino - ha completato le attività ispettive a bordo per il rilascio delle certificazioni previste; le attività sono state eseguite da appositi team di Ispettori della Capitaneria di Porto di Savona e di Genova».