Firenze, 27 novembre 2020 - Come già annunciato questa mattina dal governatore della Toscana Eugenio Giani i nuovi casi di coronavirus di oggi, venerdì 27 novembre, sono 1.117. L'età media dei contagiati è di 49 anni circa. Purtroppo resta molto alto il numero dei decessi: nelle ultime 24 ore hanno perso la vita 66 persone. Diminuiscono invece ricoveri e terapie intensive. QUI IL BOLLETTINO COMPLETO DEL 27 NOVEMBRE

Giani: "Toscana torna in zona arancione il 4 dicembre"

Intanto sono giornate decisive per il futuro della Toscana nella lotta alla pandemia di Covid. I dati dei contagi continuano il trend positivo dei giorni scorsi e si avvicina il colore arancione per la regione che adesso è nella zona rossa, quella con maggiori restrizioni. Il presidente Eugenio Giani annuncia il ritorno in zona arancione per venerdì 4 dicembre. Ipotizzando una zona gialla per Natale. 

Intanto, nel bollettino Covid del 26 novembre,  sono 1.351 i nuovi positivi al Covid in Toscana ma con molti tamponi in più; calano i ricoveri, tanti i guariti.  

IL BOLLETTINO COVID IN TOSCANA DEL 26 NOVEMBRE

Segui la nostra diretta

Nuovo focolaio in una Rsa nel Senese

A Chianciano Terme è stato individuato un focolaio Covid in una Rsa privata, dove la metà degli ospiti e degli operatori è risultata positiva al coronavirus. QUI L'ARTICOLO

"In Toscana non c'è sovraccarico delle terapie intensive"

In 5 regioni non si registra un sovraccarico oltre la soglia critica del 30% dei posti letto Covid occupati per le terapie intensive. Si tratta di Basilicata, Calabria, Molise, Sicilia, Veneto. In 7 regioni, invece, non si registra alcun sovraccarico oltre la soglia critica del 40% per i posti letto Covid occupati in area medica: Basilicata, Molise, PA Bolzano, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto. Lo evidenzia la bozza del monitoraggio Iss-minstero relativo alla settimana 16-22 novembre.

L'Asl Toscana Nord Ovest è la prima a sperimentare l'assistente Whatsapp contro il Covid

L’emergenza Coronavirus ha sdoganato definitivamente la frontiera dei servizi e del lavoro online. Tutto, dalle consegne delle pizze alla scuola, da marzo viaggia sulla banda larga di internet. A Pisa e in tutto il territorio dell’Asl Toscana Nord Ovest, capofila per il resto delle Aziende sanitarie locali italiane, il contrasto alla diffusione del Covid da oggi si effettua anche in rete attraverso l’assistente virtuale Whatsapp. Si tratta di un servizio in formato “chatbox” per dare informazioni affidabili, puntuali e accurate sull’emergenza Covid, 24 ore su 24, a portata di mano sullo smartphone di ogni cittadino. QUI L'ARTICOLO

In 1.400 escono dall'isolamento tra Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa

Nelle ultime 24 ore 1.400 persone sono uscite dall'isolamento nella zona Asl Toscana Nord Ovest, dove si sono registrati quasi mille guarigioni, più del doppio dei nuovi casi di covid. QUI L'ARTICOLO

L'assessore alla Sanità: "Toscana, dati in miglioramento"

" Toscana in zona arancione? Vedremo le decisioni del governo, sicuramente i parametri sono in miglioramento, siamo ben lontani dai numeri di inizio di novembre. Altro dato in miglioramento è la curva dei ricoveri, quindi abbiamo una serie di indicatori che fanno migliorare la valutazione sulla Toscana. Nei prossimi giorni, non mi azzardo a dire date esatte probabilmente avremo un'altra classificazione". Lo afferma l'assessore regionale alla Sanità, Simone Bezzini, in un'intervista alla "Gazzetta di Siena".

Giani anticipa i dati del 27 novembre

"I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.117 su 15.081 tamponi molecolari e 3.263 test rapidi effettuati". Lo rende noto, in un post su Facebook, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, anticipando i dati del bollettino giornaliero sull'emergenza Coronavirus. Nel post pubblica una foto di operatori sanitari in un reparto di terapia intensiva e scrive: "Continuiamo a rispettare le regole, non vanifichiamo il duro lavoro svolto da Fabiana in terapia intensiva al San Giuseppe di Empoli e da tutte le donne e gli uomini della sanità".

Giani: "La regione ha raggiunto dati che ci possono far chiedere la zona arancione"

Ieri sera Giani durante una diretta Facebook ha detto: "La regione ha raggiunto dati che ci possono far chiedere la zona arancione e prima di Natale la zona gialla. i risultati oggi (ieri, 26 novembre, ndr) ci portano a dire che sono 1300 i positivi nelle ultime 24 ore, la metà degli ultimi giorni di ottobre e dei primi giorni di novembre. Entro il fine settimana arriveremo intorno ai 7000-8000 contagiati. Il nostro Rt è 1,2, un altro dato che ci porta a pensare a qualcosa di positivo cosi' come ben 97 Comuni senza contagi nelle ultime 24. C'e' un unico dato triste, i morti: 67. Sono molti".

Torna a salire l'incidenza dei positivi sui tamponi effettuati (Rpt).

Purtroppo resta ancora alto il numero dei decessi. In totale da inizio epidemia sono stati 2.378 i pazienti deceduti di cui oltre la metà - 1.213 - in meno di due mesi dall'1 ottobre (quando erano 1.165) al 25 novembre. E l'Ars con Fabio Voller, coordinatore dell'osservatorio di epidemiologia dell'Agenzia regionale di sanità, avverte: "Il numero decessi sarà ancora alto per giorni perché rispecchia il numero dei casi che si è sperimentato fino a 20 giorni prima". Per questo, sottolinea Voller, "avremo ancora altri giorni dove, nonostante una possibile e continua diminuzione dei casi, continueremo ad avere un alto numero di decessi". 

Giani: "La Toscana avrà 106mila vaccini in 12 ospedali"

Il presidente della Regione: "Ho mandato ieri al commissario Arcuri una lettera per il piano vaccinale della Regione Toscana. Abbiamo identificato 12 ospedali. Noi avremo rispetto al 1,7 milioni che lo Stato ha comprato, 106 mila che verranno distribuiti in questi 12 ospedali, dove metteremo i frigoriferi in grado di mantenere il vaccino a -80 gradi per almeno sei mesi". 

Bezzini: "Siamo al 99% del tracciamento"

L'assessore regionale alla sanità: "Il tracciamento ha un ruolo fondamentale nella strategia che abbiamo messo in campo per combattere il virus ed è decisivo per spezzare le catene del contagio". QUI L'ARTICOLO

Beatrice, la neonata che ha battuto il covid

Cecina, primo fiocco rosa nel reparto dedicato al Covid. La madre elbana di 19 anni, positiva e assistita dall’unità speciale, sta bene. QUI L'ARTICOLO

Eventi e cerimonie, la crisi del settore. "Aiuti o rischiamo di fallire"

Prato, Confcommercio lancia l’allarme: "Servono presto interventi concreti". La crisi riguarda tutti i segmenti economici che compongono la filiera. QUI L'ARTICOLO

Viareggio, i commercianti: "Se non ci ridanno la zona gialla è la fine"

La politica discute, ma senza gli spostamenti tra Comuni e il ritorno dei forestieri il commercio di Viareggio e della Versilia resterà al palo. QUI L'ARTICOLO

Sciopero fiscale, Confcommercio: 'Stop a versamenti Irpef, Ires e Irap del 30 novembre'

Anna Lapini, presidente di Confcommercio Toscana e promotrice dell'azione di protesta fiscale: "Serve la cancellazione delle imposte per questo annus horribilis". QUI L'ARTICOLO

Ars: 'Il numero dei decessi resterà ancora alto per giorni'

Il numero dei decessi in Toscana, 67 quelli registrati nel bollettino diffuso oggi dalla Regione, resterà ancora alto per giorni. A spiegarlo è Fabio Voller, coordinatore dell’osservatorio di epidemiologia dell’Agenzia regionale di sanità. «Il numero dei decessi - spiega - rispecchia il numero dei casi che si è sperimentato fino a 20 giorni prima». QUI L'ARTICOLO

Toscana, la guardia medica resta anche di notte

L’ordinanza della Regione, oggetto di numerose polemiche, prevedeva la consulenza telefonica dalle 24 alle 8 per liberare medici da destinare all’emergenza Covid. QUI L'ARTICOLO 

Il sindaco di Firenze: "Cauto ottimismo ma non abbassiamo la guardia"

''I dati dei contagi nell'area metropolitana fiorentina oggi ci permettono di essere cautamente ottimisti ma attenzione, non dobbiamo abbassare la guardia: se siamo arrivati a questo punto è perché siamo stati rigorosi e attenti e dobbiamo ringraziare la Asl Toscana Centro, l'azienda ospedaliera di Careggi e l'Univesità di Firene per il grando sforzo in termini di risorse umane e organizzative''. Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, al termine della seconda riunione della Conferenza permanente sulla sanità dell'area fiorentina.

La Toscana offre l'Interporto di Prato come polo logistico nazionale per smistare il vaccino anti-Covid

Giani: "Ho mandato una lettera al commissario Arcuri dando la disponibilità per la Toscana di avere un luogo che può servire a tutta l'Italia come centro logistico», di smistamento del vaccino contro il Covid, e questo «può avvenire nell'Interporto di Prato: è accanto all'autostrada, è accanto al circuito ferroviario che porta velocemente da una parte all'altra». QUI L'ARTICOLO

"Avere tre grandi Asl ci ha aiutato a fronteggiare la situazione"

Il presidente Giani in Consiglio Regionale: "Il fatto di avere 3 Asl grandi ci ha fatto ben fronteggiare la pandemia. Questo ha consentito al direttore generale di operare con flessibilità. Questo è un elemento che ha fatto vedere un risvolto positivo nella organizzazione delle 3 Asl. Per quanto riguarda il riassorbimento sul territorio dei malati Covid, che oggi sono più di duemila, sarà importante liberare soprattutto i piccoli ospedali, perché è indubbio che la presenza di un reparto Covid e di uno ordinario complica di molto il lavoro dei medici".

Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare zona arancione"

Il poresidente della Regione: "Negli ultimi due o tre giorni abbiamo dati da zona gialla". QUI L'ARTICOLO

Bus, alle fermate scolastiche arriva il tutor per evitare assembramenti

Nasce il progetto voluto dalla Regione Toscana ‘Ti accompagno’  QUI L'ARTICOLO 

La storia di Eleonora: "Io, artigiana costretta a chiudere senza diritto a 1 euro"

La paradossale situazione del suo piccolo negozio laboratorio Eleolab, simbolo di una categoria: “Si entra uno alla volta, nessuna possibilità di assembramenti. Ma lo Stato ci obbliga alla chiusura senza riconoscerci alcun sostegno”. E lancia un appello sui social. QUI L'ARTICOLO 

Gli infermieri di Prato si stampano il loro volto sulle tute

Le foto dei volti degli infermieri dell'ospedale di Prato sono tornate a comparire sui loro camici e sulle loro tute, quelle indossate ogni giorno per proteggersi dal contagio. Come nel corso della prima ondata della scorsa primavera, dunque, molti degli operatori sanitari dell'ospedale Santo Stefano di Prato indossano una stampa della foto del loro volto: la necessità di far sentire ai pazienti la propria vicinanza si è trasformata nella volontà degli operatori di mostrare il viso, sempre nascosto dai dispositivi di sicurezza. Visiere, mascherine, occhiali, che evidentemente mettono a disagio chi tra i malati si trova già in una condizione psicologicamente difficile. QUI L'ARTICOLO

Bambino di 12 anni in rianimazione. Salvato all'ospedale Meyer di Firenze

Un bambino di 12 ha rischiato la vita per le complicanze determinate dall'infezione da coronavirus ma è stato salvato grazie il lavoro di una equipe multidisciplinare dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Ora, dopo quattordici giorni trascorsi in rianimazione e una degenza nel reparto di pediatria, il piccolo paziente ha potuto fare ritorno a casa, finalmente guarito. È la prima volta, dall'inizio dell'emergenza epidemiologia da Covid, che il personale sanitario del Meyer si trova a fronteggiare un caso di tale gravità: di solito, infatti, il virus colpisce in modo più lieve bambini e adolescenti. QUI L'ARTICOLO

Ucciso dal Covid a soli 47 anni come il padre pochi giorni fa

Il Covid ha colpito duro sulla famiglia Rozza di Massarosa, originaria di Nola in Campania. Ieri è morto Carmine, di 47 anni: la scorsa settimana il virus aveva ucciso il padre Felice, di 70 anni, e un’altra parente è ricoverata in condizioni serie, mentre un quarto congiunto, giovane, è positivo ma a casa. Carmine Rozza lavorava come tecnico alla Magic Games di Bicchio. Era ricoverato in terapia intensiva-rianimazione da 16 giorni e, pur non soffrendo di patologie croniche che aggravano il quadro clinico dei contagiati dal Coronavirus, non ha reagito alle terapie d’urto tentate all’Ospedale Versilia e ieri il suo fisico s’è arreso. QUI L'ARTICOLO

"Anche con le discoteche chiuse il Coronavirus circola lo stesso"

Il disc Jockey si è ammalato un mese fa: "E’ una lotta, sono stato malissimo e sarà ancora lunga. Fate i tamponi". QUI L'ARTICOLO

Giani: "Quando arriverà il vaccino saremo pronti a conservarlo e distribuirlo"

Il presidente della Regione Toscana: "In Toscana abbiamo le aziende freezer" QUI L'ARTICOLO

Il sindaco di Firenze: "Il trend migliora, ma non abbassiamo la guardia"

"Non facciamo, a Natale, gli stessi errori che abbiamo fatto questa estate" QUI L'ARTICOLO
 

Ars: "Dati di monitoraggio confermano zona rossa"

Nonostante il calo dell'indice di contagiosità Rt, che passa dall'1,8 (settimana 2-8 novembre) all'1,34 (settimana 9-15 novembre), la Toscana si conferma zona rossa per criticità relative alla pressione sul sistema sanitario, alla capacità di tracciamento e alla percentuale di positivi sui tamponi eseguiti. È quanto emerso dall'ultimo report pubblicato dall'Agenzia regionale di sanità (Ars). QUI L'ARTICOLO 

In Toscana nuove ordinanze per gestione rifiuti in Rsa e abitazioni

Due nuove ordinanze a firma del presidente della Toscana, Eugenio Giani, per disciplinare la materia dei rifiuti in termini di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. La prima firmata oggi, la numero 113, è dedicata alla gestione dei rifiuti da parte dei gestori del servizio e degli impianti per le strutture socio-sanitarie residenziali territoriali, dove sono presenti ospiti risultati positivi al Covid-19 in isolamento obbligatorio. QUI L'ARTICOLO

Cassa integrazione in arrivo per 20mila lavoratori dell'artigianato in Toscana

Per i mesi di luglio, agosto, settembre e buona parte di ottobre. La Cisl: "Accolte le nostre richieste, ma ora semplificare le procedure". QUI L'ARTICOLO  

COSA SI PUÒ FARE E COSA NO: LA GUIDA. LEGGI 

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE

 IL RAPPORTO TRA POSITIVI E TAMPONI (TABELLA)