Firenze, 24 novembre 2021 - Oltre cento contagiati in un giorno nella classe di età 0-11 anni in Toscana. Il dato viene riportato nel bollettino del coronavirus in Toscana del 24 novembre. Un numero che testimonia una volta di più come attualmente questo range di età sia quello più aggredito dal coronavirus.

Virus sinciziale nei bambini, l'allarme del Meyer

Terza dose in Toscana, come prenotare

Complice la non copertura della vaccinazione e il pieno ritmo delle attività scolastiche ed extrascolastiche il contagio nei bambini viaggia a ritmi sostenuti. Nella giornata di domenica 21 novembre i positivi tra gli 0 e gli 11 anni erano stati 97 in 24 ore, due giorni dopo 85 fino appunto ai 107 dell'ultima rilevazione. 

I contagi alle elementari

I bambini in età da elementari sono in questo momento tra quelli che si contagiano di più. Come riporta anche la dasboard del contagio nelle scuole in Toscana, per la seconda settimana di seguito alle elementari si sono avuti oltre 300 contagi in 7 giorni. Nella settimana 15-21 novembre sono stati 301, mentre nella settimana 8-14 novembre erano stati 310. Per ritrovare valori simili alla scuola primaria bisogna risalire alla fine di aprile. Una situazione che pone problemi anche organizzativi, con tanti tamponi rapidi per gli studenti entrati in contatto con i compagni positivi. 

I contagi alla materna

Più tranquilla la situazione nelle scuole materne toscane. Dove nella settimana 15-21 novembre i casi sono stati 91. Casi che sono comunque raddoppiati in un mese, visto che nella settimana 18-24 ottobre erano stati 48. 

Le superiori

Complice la vaccinazione, la curva dei contagi per i ragazzi in età da scuole superiori non risente più di tanto della nuova ondata. Sono stati 140 i nuovi positivi nella settimana 15-21 novembre, erano stati 114 la settimana prima. Un innalzamento della curva in questo caso, ma non clamoroso. 

Vaccino ai bambini

Potrebbe essere in dirittura d'arrivo l'approvazione da parte dell'agenzia del farmaco europea del vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni. Lo dice Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana per il farmaco. L'approvazione potrebbe portare a rendere disponibili i vaccini per i bambini già da lunedì 29 novembre. L'approvazione dell'Ema segue di solito, di qualche giorno, quella dell'Aifa. Per questo si stima che entro lunedì il vaccino possa esserci. 

Non ci sarà obbligo per i piccoli

Per i bambini, o meglio gli under 12, non dovrebbe essere introdotto né l'obbligo di vaccino né quello di green pass, una volta che l'Agenzia del farmaco introdurrà il vaccino per 'scudarli' dal coronavirus. Ma avviare una campagna di sensibilizzazione per tranquillizzare le famiglie. Questo emerge nel corso della riunione tra il premier Mario Draghi e i capi delegazione delle forze di maggioranza