Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Covid, il virologo: "Immunità di gregge vicina. Il virus resterà, ma sarà sotto controllo"

Pisa, parla il professor Mauro Pistello, direttore dell'Unità di Virologia Azienda ospedaliera universitaria di Pisa

Pisa, 18 gennaio 2022 - "Siamo vicini a raggiungere l'immunità di gregge, o per l'alto numero di vaccinazioni o perché si guarisce dalla malattia Covid. Quindi in un modo o nell'altro arriveremo al 95% della popolazione italiana immunizzata e terremo sotto controllo il virus, meno casi e malattie, anche se rimarrà con noi".

Covid Toscana 18 gennaio, calano i ricoveri - Nuove regole covid 1 febbraio, cosa cambia - Covid, domande e risposte - La guida alle mascherine

Così all'Adnkronos Salute Mauro Pistello, direttore dell'Unità di Virologia Azienda ospedaliera universitaria di Pisa, vicepresidente della Società italiana di microbiologia, analizza il possibile raggiungimento dell'immunità di gregge.

"Anche se c'è chi non vuole parlare di immunità di gregge, nel senso di riduzione dei casi clinici - rimarca Pistello - E' evidente che da questo punto di vista c'è un rallentamento. Nessuno sa dire a che livello deve arrivare l'immunità, ma è evidente che oggi con i vaccini o perché facciamo la malattia arriveremo presto ad avere il 95% della popolazione immunizzata. In un senso o nell'altro siamo un bel passo avanti. Questo però non vuol dire che saremo al riparo perché una comunità è un elemento dinamico, ci sono persone che nascono e altre che muoiono. Il virus quindi si adatterà a questi cambiamenti, ma riusciremo a tenerlo sotto controllo".

"Oggi andare a controllare e monitorare i positivi asintomatici, magari vaccinati, non ha alcun senso - prosegue il professore - La situazione è assolutamente diversa rispetto a quando, senza i vaccini, andavano stanati per evitare focolai che potessero danneggiare gli anziani e i fragili. Ora è chiaro che tanti asintomatici non vengono neanche trovati e dobbiamo guardare ai prossimi mesi, a marzo la forza di questa ondata Omicron si ridurrà. Siamo tutti vaccinati o abbiamo fatto la malattia, allentiamo le quarantene per chi è positivo asintomatico e vaccinato con booster".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?