Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
23 dic 2021
lisa ciardi
Cronaca
23 dic 2021

Covid Toscana, contagi record come nel novembre 2020. Vaccinazioni anche a Natale

In Toscana ieri 2.780 nuovi casi. Una settimana fa i positivi giornalieri erano meno della metà, 1.222 . Hub aperti anche durante le feste

23 dic 2021
lisa ciardi
Cronaca

Firenze, 24 dicembre 2021 - L’aumento esponenziale dei nuovi casi di Covid-19 colpisce anche la Toscana, mettendo di nuovo in difficoltà, dopo mesi, le terapie intensive. Ieri sono emersi, nelle 24 ore, ben 2.780 positivi su 52.779 test, appena 7 in meno rispetto al 7 novembre 2020, dato considerato al tempo un record. Secondo il monitoraggio della Fondazione Gimbe, tra il 15 e il 21 dicembre, i casi sono aumentati del 54,6% rispetto alla settimana precedente (a fronte di un incremento nazionale del 42,3%), con 492 positivi ogni 100mila abitanti. I posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid hanno superato la soglia del 10%, arrivando al 10,7%, mentre resta sotto il livello critico l’occupazione dei posti letto nei reparti ordinari, ferma al 7,2%. La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è l’81,3% (media Italia 77,9%) più un ulteriore 3% solo con prima dose, mentre il tasso di copertura con la terza è del 57,1%, sei punti sopra la media italiana (51,2%).

Impressionante l’ascesa di Omicron, la nuova variante sudafricana: rilevata in Toscana per la prima volta solo il 13 dicembre, in una turista che aveva fatto tappa a Firenze e poi a Siena, oggi caratterizza circa il 35% dei contagi, con punte ancora maggiori in alcune città.
"A Firenze abbiamo superato il 50% di contagi con variante Omicron – ha detto il sindaco Dario Nardella -. Ci aspettano un gennaio e un febbraio complicatissimi. In Toscana e a Firenze siamo entrati in una curva esponenziale, con la provincia fiorentina che conta quasi mille positivi al giorno (ieri 846, di cui 397 nel comune ndr ). Con il prefetto e il questore intensificheremo i controlli nei locali aperti al pubblico, perché ora non si scherza. Questa quarta ondata, resa ancora più minacciosa dalla variante, non può metterci in ginocchio".

Boom anche per i tamponi che stanno mandando in affanno laboratori e farmacie: nelle ultime due settimane il portale regionale di prenotazione ha registrato un aumento delle ricette mediche di oltre il 50%. Per questo, l’assessorato alla sanità ha chiesto di potenziare l’offerta. Ulteriori ingolfamenti si prevedono il 25 e 26 dicembre, quando solo pochi "drive through" e alcune farmacie garantiranno il servizio.

Vaccini

Avanti tutta intanto con la vaccinazione, che, per le prime dosi, prosegue anche senza prenotazione, in particolare per chi è soggetto a obbligo vaccinale e non si è ancora immunizzato. Nella Ausl Toscana Centro il servizio è garantito al Mandela Forum di Firenze, al Sesa di Empoli, al Pegaso 2 di Prato e al Ceppo di Pistoia, aperti sette giorni su sette dalle 8 alle 20, fatta eccezione per il 24, 25, 26, 31 dicembre e il 1° gennaio quando l’apertura sarà solo dalle 8 alle 13 (escluso il Ceppo che resterà chiuso a Natale e Capodanno). Sempre aperti anche Montevarchi, Camucia, Arezzo Fiere, Follonica, Colle Val d’Elsa, Abbadia San Salvatore, Montepulciano, San Sepolcro, Grosseto Fiere, Manciano, Le Scotte, Lucca, Viareggio, Ospedaletto a Pisa, Carrara Fiere, Modigliani a Livorno e Pontedera. Altri hub saranno accessibili sono in alcune date: importante quindi controllare prima sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it. Le dosi non mancano, neppure nei giorni di festa: il 24, 25 e 26 ce ne sono 7.800 a disposizione; il 31 e il 1° altre 8mila.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?