La crescita dei casi positivi in Toscana
La crescita dei casi positivi in Toscana

Firenze, 22 luglio 2021 - Non tutti sono d'accordo sul definire quarta ondata l'aumento dei contagi Covid di questi giorni. Per esempio l'epidemiologa Stefania Salmaso, che ad 'Agorà Estate' su Rai3 ha spiegato: "Sicuramente i non vaccinati sono quelli che stanno sostenendo la circolazione" del coronavirus pandemico, e in Italia si assiste a "un incremento abbastanza spaventoso" dei casi "tra i 14 e i 24 anni di età". E se al momento "non la chiamerei ancora quarta ondata", è comunque "estremamente pericoloso" pretendere di "tornare a una normalità" piena e a "fare quello che facevamo prima". 

Di certo il quadro non è confortante, anche se gli ospedali al momento non sembrano mostrare particolari criticità. L'aumento dei casi in Toscana però è evidente: a livello sia di valore assoluto di nuovi positivi individuati ogni giorno (dato che però è strettamente correlato al numero di tamponi eseguiti) che di rapporto percentuale (e qui invece non si scappa), siamo tornati alla seconda decade di maggio.

Le province che segnano aumenti percentuali più marcati in questi giorni sono Massa Carrara, Lucca, Livorno. Ma tutte segnano numeri alti se paragonati con quelli delle settimane scorse: basti pensare che il primo luglio e ancora il 7 luglio tutte le province toscane avevano un tasso di crescita dei positivi al Covid che aveva il segno meno davanti. Per esempio, il primo luglio Grosseto scendeva addirittura dell'11,6%; il 7 luglio il calo era meno evidente ma ancora diffuso, generalmente intorno al -4% con punte di -8,2% a Grosseto.

Il 14 luglio poi la svolta. i dati tornano tutti positivi, nel senso che tornano a crescere i contagi, tranne che a Pistoia e Siena. Il 21 luglio, infine, tutte le province tornano a crescere impetuosamente: dal 14,2% di Massa Carrara all'11,7% di Lucca, al 10,1% di Livorno. Tra l'8 e il 9% Arezzo, Firenze, Pisa, Prato, Pistoia e Siena.

Luca Boldrini