Firenze, 15 settembre 2020 - Prof, niente paura. I compiti a casa si possono portare e possono essere corretti. Non ci sono rischi di contagio. Lo dice l'epidemiologo Pierluigi Lopalco dell'Università di Pisa, chiarendo una serie di leggende metropolitane. Lopalco ha postato anche un video su youtube.

"Stanno circolando nella scuole alcuni consigli, come quello di tenere per 72 ore in quarantena qualunque foglio o carta si distribuisca all'alunno e venga poi ritirato dagli insegnanti. Questa procedura non serve ed è un impedimento all'attività scolastica non giustificato dal rischio di contagio", dice.

"Ora questa indicazione molto probabilmente è stata mediata da una linea guida che era stata pensata per le biblioteche - spiega Lopalco dove i libri presi in prestito e restituiti sono tenuti in un armadio per 72 ore. Questo eccesso di prudenza in biblioteca non costa nulla perché ci sono diverse copie di un libro. Ma tenere 72 ore in quarantena un foglio prima di essere preso in mano dall'insegnante è un vero incubo per il docente".