Firenze, 26 novembre 2020 - Restano sotto quota mille i nuovi contagi giornalieri da Covid 19 in Toscana, confermando la tendenza degli ultimi giorni. Nel bollettino fornito dalla Regione martedì 24 novembre erano 962 i positivi in più rispetto al giorno precedente. Nel bollettino di ieri, 25 novembre, risalgono leggermente a 986, ma con molti tamponi in più: 14mila 843. Ci sono, purtroppo, 67 decessi.  Calano i ricoveri (compresi quelli in terapia intensiva) e c'è un netto miglioramento del rapporto tra persone sottoposte a tampone e positivi  Per i dati completi LEGGI QUI IL BOLLETTINO del 25 NOVEMBRE

Per arrivare a un dato sotto i mille nuovi contagi al giorno bisogna tornare indietro al 21 ottobre quando furono 866.

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani parla di dati da zona gialla negli ultimi giorni e annuncia di voler chiedere il passaggio da zona rossa a zona arancione. In più, annuncia che «anche se ancora per qualche giorno rimarremo nella situazione di zona rossa», è stata preparata «una bozza di ordinanza che in alcuni aspetti aiuta un pò a muoversi di più rispetto alle previsioni letteralmente intese della zona rossa». 

La bozza di ordinanza, ha spiegato Giani, «naturalmente deve avere un ok dal Ministero, l'abbiamo mandata oggi (martedì 24 novembre, ndr): spero che possa ritornarci, anche con le correzioni che si possono prevedere, e in questo caso io darò subito notizia dell'ordinanza che riesce a 'leggere' meglio, in modo se vogliamo un pò più permissivo, gli orientamenti che col Dpcm si erano dati alle zone rosse»

 LEGGI QUI IL BOLLETTINO DEL 24 NOVEMBRE  

Covid Toscana, i nuovi contagi calano (di poco) ancora. Giani: "986 nelle ultime 24 ore"

 BOLLETTINO 23 NOVEMBRE

Segui la nostra diretta

Sciopero fiscale, Confcommercio: 'Stop a versamenti Irpef, Ires e Irap del 30 novembre'

Anna Lapini, presidente di Confcommercio Toscana e promotrice dell'azione di protesta fiscale: "Serve la cancellazione delle imposte per questo annus horribilis". QUI L'ARTICOLO

Ars: 'Il numero dei decessi resterà ancora alto per giorni'

Il numero dei decessi in Toscana, 67 quelli registrati nel bollettino diffuso oggi dalla Regione, resterà ancora alto per giorni. A spiegarlo è Fabio Voller, coordinatore dell’osservatorio di epidemiologia dell’Agenzia regionale di sanità. «Il numero dei decessi - spiega - rispecchia il numero dei casi che si è sperimentato fino a 20 giorni prima». QUI L'ARTICOLO

Toscana, la guardia medica resta anche di notte

L’ordinanza della Regione, oggetto di numerose polemiche, prevedeva la consulenza telefonica dalle 24 alle 8 per liberare medici da destinare all’emergenza Covid. QUI L'ARTICOLO 

Il sindaco di Firenze: "Cauto ottimismo ma non abbassiamo la guardia"

''I dati dei contagi nell'area metropolitana fiorentina oggi ci permettono di essere cautamente ottimisti ma attenzione, non dobbiamo abbassare la guardia: se siamo arrivati a questo punto è perché siamo stati rigorosi e attenti e dobbiamo ringraziare la Asl Toscana Centro, l'azienda ospedaliera di Careggi e l'Univesità di Firene per il grando sforzo in termini di risorse umane e organizzative''. Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, al termine della seconda riunione della Conferenza permanente sulla sanità dell'area fiorentina.

La Toscana offre l'Interporto di Prato come polo logistico nazionale per smistare il vaccino anti-Covid

Giani: "Ho mandato una lettera al commissario Arcuri dando la disponibilità per la Toscana di avere un luogo che può servire a tutta l'Italia come centro logistico», di smistamento del vaccino contro il Covid, e questo «può avvenire nell'Interporto di Prato: è accanto all'autostrada, è accanto al circuito ferroviario che porta velocemente da una parte all'altra». QUI L'ARTICOLO

"Avere tre grandi Asl ci ha aiutato a fronteggiare la situazione"

Il presidente Giani in Consiglio Regionale: "Il fatto di avere 3 Asl grandi ci ha fatto ben fronteggiare la pandemia. Questo ha consentito al direttore generale di operare con flessibilità. Questo è un elemento che ha fatto vedere un risvolto positivo nella organizzazione delle 3 Asl. Per quanto riguarda il riassorbimento sul territorio dei malati Covid, che oggi sono più di duemila, sarà importante liberare soprattutto i piccoli ospedali, perché è indubbio che la presenza di un reparto Covid e di uno ordinario complica di molto il lavoro dei medici".

Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare zona arancione"

Il poresidente della Regione: "Negli ultimi due o tre giorni abbiamo dati da zona gialla". QUI L'ARTICOLO

Bus, alle fermate scolastiche arriva il tutor per evitare assembramenti

Nasce il progetto voluto dalla Regione Toscana ‘Ti accompagno’  QUI L'ARTICOLO 

 

La storia di Eleonora: "Io, artigiana costretta a chiudere senza diritto a 1 euro"

La paradossale situazione del suo piccolo negozio laboratorio Eleolab, simbolo di una categoria: “Si entra uno alla volta, nessuna possibilità di assembramenti. Ma lo Stato ci obbliga alla chiusura senza riconoscerci alcun sostegno”. E lancia un appello sui social. QUI L'ARTICOLO 

Gli infermieri di Prato si stampano il loro volto sulle tute

Le foto dei volti degli infermieri dell'ospedale di Prato sono tornate a comparire sui loro camici e sulle loro tute, quelle indossate ogni giorno per proteggersi dal contagio. Come nel corso della prima ondata della scorsa primavera, dunque, molti degli operatori sanitari dell'ospedale Santo Stefano di Prato indossano una stampa della foto del loro volto: la necessità di far sentire ai pazienti la propria vicinanza si è trasformata nella volontà degli operatori di mostrare il viso, sempre nascosto dai dispositivi di sicurezza. Visiere, mascherine, occhiali, che evidentemente mettono a disagio chi tra i malati si trova già in una condizione psicologicamente difficile. QUI L'ARTICOLO

 

Bambino di 12 anni in rianimazione. Salvato all'ospedale Meyer di Firenze

Un bambino di 12 ha rischiato la vita per le complicanze determinate dall'infezione da coronavirus ma è stato salvato grazie il lavoro di una equipe multidisciplinare dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Ora, dopo quattordici giorni trascorsi in rianimazione e una degenza nel reparto di pediatria, il piccolo paziente ha potuto fare ritorno a casa, finalmente guarito. È la prima volta, dall'inizio dell'emergenza epidemiologia da Covid, che il personale sanitario del Meyer si trova a fronteggiare un caso di tale gravità: di solito, infatti, il virus colpisce in modo più lieve bambini e adolescenti. QUI L'ARTICOLO

Ucciso dal Covid a soli 47 anni come il padre pochi giorni fa

Il Covid ha colpito duro sulla famiglia Rozza di Massarosa, originaria di Nola in Campania. Ieri è morto Carmine, di 47 anni: la scorsa settimana il virus aveva ucciso il padre Felice, di 70 anni, e un’altra parente è ricoverata in condizioni serie, mentre un quarto congiunto, giovane, è positivo ma a casa. Carmine Rozza lavorava come tecnico alla Magic Games di Bicchio. Era ricoverato in terapia intensiva-rianimazione da 16 giorni e, pur non soffrendo di patologie croniche che aggravano il quadro clinico dei contagiati dal Coronavirus, non ha reagito alle terapie d’urto tentate all’Ospedale Versilia e ieri il suo fisico s’è arreso. QUI L'ARTICOLO

"Anche con le discoteche chiuse il Coronavirus circola lo stesso"

Il disc Jockey si è ammalato un mese fa: "E’ una lotta, sono stato malissimo e sarà ancora lunga. Fate i tamponi". QUI L'ARTICOLO

Giani: "Quando arriverà il vaccino saremo pronti a conservarlo e distribuirlo"

Il presidente della Regione Toscana: "In Toscana abbiamo le aziende freezer" QUI L'ARTICOLO

Il sindaco di Firenze: "Il trend migliora, ma non abbassiamo la guardia"

"Non facciamo, a Natale, gli stessi errori che abbiamo fatto questa estate" QUI L'ARTICOLO
 

Ars: "Dati di monitoraggio confermano zona rossa"

Nonostante il calo dell'indice di contagiosità Rt, che passa dall'1,8 (settimana 2-8 novembre) all'1,34 (settimana 9-15 novembre), la Toscana si conferma zona rossa per criticità relative alla pressione sul sistema sanitario, alla capacità di tracciamento e alla percentuale di positivi sui tamponi eseguiti. È quanto emerso dall'ultimo report pubblicato dall'Agenzia regionale di sanità (Ars). QUI L'ARTICOLO 

In Toscana nuove ordinanze per gestione rifiuti in Rsa e abitazioni

Due nuove ordinanze a firma del presidente della Toscana, Eugenio Giani, per disciplinare la materia dei rifiuti in termini di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. La prima firmata oggi, la numero 113, è dedicata alla gestione dei rifiuti da parte dei gestori del servizio e degli impianti per le strutture socio-sanitarie residenziali territoriali, dove sono presenti ospiti risultati positivi al Covid-19 in isolamento obbligatorio. QUI L'ARTICOLO

Cassa integrazione in arrivo per 20mila lavoratori dell'artigianato in Toscana

Per i mesi di luglio, agosto, settembre e buona parte di ottobre. La Cisl: "Accolte le nostre richieste, ma ora semplificare le procedure". QUI L'ARTICOLO  

Giani anticipa i dati del 23 novembre

Il governatore Eugenio Giani anticipa il il bollettino quotidiano di oggi, lunedì 23 novembre, sul coronavirus. "I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.323 su 10.551 tamponi molecolari e 1.182 test rapidi effettuati". Lo annuncia con un post su Facebook. Giani, nel post, rivolge poi un ringraziamento agli infermieri dell'ospedale San Jacopo di Pistoia e "a chi ogni giorno si impegna a fermare il contagio lavandosi le mani, mantenendo le distanze e usando sempre la mascherina", e "grazie da parte mia a loro, donne e uomini, che con sacrificio salvano ogni giorno vite umane". "Anche oggi facciamo la nostra parte - conclude il governatore - Toscana, avanti coraggio!".

Montaione, nella Rsa la 27esima vittima

Nella Rsa Villa Serena, dove da un mese si è sviluppato un focolaio di coronavirus, è morto un anziano di 86 anni QUI L'ARTICOLO 

Il sindaco di Pisa: "Capisco la disperazione dei commercianti"

"Capisco la grande disperazione di tanti operatori commerciali della nostra città e non solo. Perché se il primo lockdown della scorsa primavera ha fiaccato moltissime imprese, soprattutto commercio e turismo, con il passaggio della Toscana in zona rossa, che ha decretato di fatto un nuovo lockdown, gli operatori di alcune categorie non potendo lavorare sono precipitati in una condizione di grande difficoltà. Sono loro vicino e auspico da parte del Governo ristori adeguati e tempestivi per evitare una débâcle che colpirebbe non solo quei settori, ma l'intera collettività: è evidente che in queste condizioni le imprese saranno in difficoltà a pagare tributi locali e nazionali". Così il sindaco di Pisa Michele Conti commenta l'annuncio di uno sciopero fiscale da parte di Confcommercio Toscana.

"Tracciamento al 96%"

«Il tracciamento dei positivi in Toscana è arrivato al 95%». Lo ha annunciato, sul proprio profilo facebook, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. «Grazie a tutti gli operatori sanitari, molti giovanissimi, che in appena due settimane ci hanno permesso di raddoppiare la capacità di ricerca dei contatti dei casi positivi con l'attivazione delle Centrali di Carrara, Arezzo e Firenze - ha continuato il governatore -. Avanti così per arrivare al 100% in pochi giorni».

QUI IL BOLLETTINO DEL 21 NOVEMBRE

Anche L'indice Rt, che descrive il tasso di contagiosità del coronavirus Sars-CoV-2, in Toscana è sceso da 1,8 a 1,3. Un abbassamento che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al governatore Eugenio Giani che si è detto "sereno e ottimista". L'abbassamento dell'Rt è un dato fondamentale per la valutazione delle fasce di rischio. 

LEGGI QUI IL BOLLETTINO COMPLETO DEL 20 NOVEMBRE

QUI IL BOLLETTINO COMPLETO DEL 19 NOVEMBRE

COSA SI PUÒ FARE E COSA NO: LA GUIDA. LEGGI 

Il cardinale Bassetti è negativo al tampone

Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, è risultato negativo al tampone per la ricerca del Covid-19. La sua convalescenza prosegue al Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, dove è ricoverato da giovedì 19 novembre. QUI L'ARTICOLO 

Giani anticipa i dati di domenica 22 novembre: + 1.929

"I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.929 su 17.481 tamponi molecolari e 2.246 test rapidi effettuati. Continuiamo a essere responsabili per diminuire i contagi e tornare presto a vivere la Toscana!". Lo scrive su Facebook il governatore della Toscana Eugenio Giani. 

Firenze, è morto monsignor Paolo Ristori

È morto oggi a Firenze monsignor Paolo Ristori, per molti anni proposto della Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Aveva 89 anni ed aveva problemi di salute ma è deceduto dopo alcuni giorni di degenza nella struttura sanitaria I Fraticini adattata in questa fase a centro Covid.

Saturimetro, a cosa serve e in quanti lo conoscono

Misura il livello di ossigenazione nel sangue e anche la frequenza cardiaca. Ecco come funzione. QUI L'ARTICOLO

image

 

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE

 IL RAPPORTO TRA POSITIVI E TAMPONI (TABELLA)