Firene, 26 novembre 2021 - Il super green pass comincia a convincere anche gli scettici. In sole 24 ore, dall’annuncio del premier Draghi delle restrizioni in arrivo per i non vaccinati, il numero delle prenotazioni delle prime dosi sul portale della Regione è decuplicato.

Circa tremila le persone che hanno preso appuntamento sul portale a cavallo fra mercoledì sera e ieri pomeriggio, mentre mercoledì 17 novembre erano state 346 più o meno come nei giorni precedenti e successivi. Nuovo boom di prenotazioni anche per la terza dose da parte degli over 40: 45mila in più in appena 24 ore. In tutto ci sono 120mila prenotati fino a Natale e le agende sono già piene all’85%.

L’assessore regionale al diritto alla salute Simone Bezzini ha chiesto alle Asl di organizzare gli hub con una disponibilità di 150mila vaccini a settimana. Per far questo è necessario tornare ad aprire nuovi centri vaccinali ad alta capacità. Sono stati quindi coinvolti i sindaci, per poter riavere la disponibilità delle strutture che erano state aperte fino a settembre-ottobre o per cercarne di nuove.

Riaprirà l’hub al centro fiere di Carrara per almeno 1.500 iniezioni al giorno, sarà allungato l’orario al Mandela forum di Firenze che tornerà a fare 3.500 vaccinazioni al dì, a Pistoia proprio in queste ore l’Asl sta verificando la possibilità di riallestire la Cattedrale, alla tensostruttura di Farmapiana ai Gigli (Campi Bisenzio, Firenze) se ne faranno 400 al giorno, sarà riaperto il centro Rogers di Scandicci. Tenendo conto che la terza dose dal primo dicembre sarà prenotabile anche da tutti gli over 18.

Intanto il contagio avanza. Ieri giornata nera anche per la Toscana che ha superato la soglia psicologica dei 600 nuovi positivi: ne sono stati registrati 610, quasi il doppio del giovedì della settimana scorsa (341). Si torna indietro di oltre 3 mesi per ritrovare picchi così alti, il 15 agosto ci furono 725 nuovi casi, la soglia dei 600 dopo il 13 maggio (651) – coda della terza ondata – era stata oltrepassata per la prima volta il 28 luglio (661 nuovi contagiati), nell’ondata estiva probabilmente causata dagli assembramenti per gli Europei.

In mezzo alla quarta ondata pandemica il sindaco di Firenze Dario Nardella sta studiando un pacchetto di misure per difendere lo shopping natalizio. Mascherina obbligatoria (come già da legge nazionale in caso di assembramenti) in centro, nei centri commerciali naturali, ai mercati e ai mercatini. E nelle vie dello shopping nel cuore di Firenze tornano, come lo scorso anno, i sensi unici pedonali: in via Calzaiuoli e via Roma-via Calimala.