Firenze, 13 settembre 2021 - Settembre: il momento di rientrare a scuola, ma anche di pensare a tutte quelle attività extrascolastiche che tanto incidono positivamente sulla formazione del bambino. Dallo sport alla musica, il ventaglio di scelte è molto ampio. Variano molto anche i prezzi. Le discipline più costose? Tennis e pattinaggio artistico. Meglio, ovviamente, va con gli sport di squadra.

Ma vediamo adesso quanto mediamente bisogna sborsare per iscrivere il proprio figlio alle varie scuole sportive. Per i bambini, il calcio è nella stragrande maggioranza dei casi la scelta numero uno. Il costo per un anno di scuola varia tra i 280 e i 300 euro l’anno, ai quali vanno sommati i 180 necessari per il ‘kit abbigliamento’. Poi, certo, ci sono le spese per le trasferte non appena il piccolo campioncino inizia a gareggiare fuori dalla propria città. Economico anche il basket.

image

Si possono spendere 300 euro l’anno per tre allenamenti a settimana. La divisa, necessaria per la partita, costa intorno ai 30-40 euro.

Per gli allenamenti, la scelta è libera. E con 20 euro il bimbo ha tutto quello che gli serve in termini di abbigliamento. Diverso il discorso per il tennis. 800 euro il costo annuale per due lezioni a settimana, nel caso in cui la polisportiva disponga anche di impianti coperti. Altrimenti è possibile risparmiare un po’. Per la racchetta? 100 euro.

500 euro l’anno invece la spesa media per le arti marziali, mentre per la pallavolo le cifre si avvicinano a quelle del calcio e del basket. Più cara la danza classica (650 euro l’anno). Cifra a cui vanno aggiunti i costi di body, punte, mezzepunte e collant (100 euro). Se il nuoto è la passione di vostro figlio, sappiate che il costo di un abbonamento annuale sfiora gli 800 euro. Corredo e attrezzatura? Anche in questo caso un centinaio di euro vanno messi in conto, tra costumi, cuffie, occhialini, accappatoio e ciabatte.

Piuttosto caro il pattinaggio artistico a rotelle. Un bimbo che fa l’avviamento con un corso bisettimanale spende 50 euro al mese (più 20 euro di noleggio pattini), ma tutto cambia con l’agonismo. In quel caso, i genitori della pattinatrice oppure del pattinatore (erroneamente si pensa che si tratti di uno sport prevalentemente al femminile, ma non è così) devono mettere in conto di spendere 100 euro al mese (per 11 mesi di allenamenti quasi quotidiani). Dai 500 euro in su il costo dei pattini professionali. E poi le iscrizioni alle gare, le rotelle e i puntali da sostituire, e gli scenografici costumi ricchi di paillettes, per rendere ancora più magica questa splendida disciplina.

E se allo sport il bimbo vuole abbinare la musica? Sia che segua lezioni di canto o di strumento, la media è di 900 euro l’anno, per due lezioni a settimana di 45 minuti ciascuna. Lo strumento può essere noleggiato oppure acquistato. I prezzi oscillano molto. Per un violino possono all’inizio bastare 50 euro. Mentre ne servono migliaia e migliaia per uno di altissima qualità. E un pianoforte? Nuovo viene 6mila euro, ma anche in questo caso il prezzo varia molto in base alla tipologia.