Roma, 23 ottobre 2021 - Ecco le ultime notizie sul coronavirus, con un focus sui Paesi Europei in cui attualmente il contagio sta risalendo.

Covid Toscana 23 ottobre, il bollettino

Coronavirus in Umbria, i dati

Austria, lockdown per non vaccinati

Il governo austriaco imporrà un lockdown ai non vaccinati contro il Covid-19 qualora la situazione nelle unità di terapia intensiva dovesse peggiorare, stando al nuovo piano messo a punto dall'esecutivo per fronteggiare la pandemia. "Stiamo per finire in una pandemia dei non protetti", ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg al termine di una riunione di emergenza. Nonostante un recente aumento di casi, la situazione nelle unità di terapia intensiva rimane al momento stabile: ad oggi sono circa 220 i posti letto occupati da pazienti Covid. Ma se si arrivasse a quota 600, l'Austria entrerebbe nella fase cinque del suo nuovo piano, con la conseguente restrizione della libertà di circolazione per i non vaccinati.

Stando a quanto riportato dall'agenzia tedesca Dpa, il ministro della Sanità, Wolfgang Mueckstein, ha precisato che al momento il Paese è nella fase uno, ma il cancelliere spera che l'ipotesi di un lockdown convinca gli "esitanti e i procrastinatori" a farsi vaccinare. Ad oggi circa il 62% della popolazione austriaca è stata pienamente vaccinata.

Russia, terzo record negativo

La Russia ha registrato per il terzo giorno consecutivo un nuovo record di decessi e contagi legati al Covid-19. Secondo i dati del governo, nelle ultime 24 ore sono morte 1.075 persone e 37.678 sono state infettate dal nuovo coronavirus. Dallo scorso giugno, il Paese sta affrontando una nuova ondata epidemica causata dalla comparsa di varianti piu' aggressive, dallo scarso uso della mascherina e dalle grandi difficolta' della campagna di vaccinazione.

Covid, a Pistoia contagio in una rsa

Romania, scuole chiuse

Coprifuoco notturno per i non vaccinati, scuole chiuse e obbligo di mascherina e certificazione di vaccinazione sono le nuove misure che entreranno in vigore lunedì prossimo in Romania per contenere la nuova ondata della pandemia di Covid-19. Le nuove misure approvate ieri dal governo, che rimarranno in vigore per 30 giorni, prevedono il coprifuoco notturno, a partire dalle 22, per le persone non vaccinate, l'obbligo di mostrare il certificato di vaccinazione per recarsi in alberghi, ristoranti e centri commerciali, e l'obbligo di indossare la mascherina ovunque, anche in strada. Le scuole rimarranno chiuse per due settimane mentre alle imprese è stato chiesto di ricorrere al lavoro a distanza per almeno il 50% del personale. "Voglio essere molto chiaro: se vogliamo che la pandemia si fermi, l'unica, ripeto, l'unica soluzione è la vaccinazione. La vaccinazione contiene la pandemia", ha detto il presidente Klaus Iohannis, citato da BalkanInsight.

Slovenia, proteste no vax

Una manifestazione non autorizzata di persone contrarie alle restrizioni per il contenimento del coronavirus si è svolta in serata nel centro di Lubiana. Fra loro anche numerosi no vax. L'appuntamento delle proteste del mercoledì, giunto alla sesta settimana, non aveva ricevuto il permesso delle forze di polizia, che in un comunicato hanno detto di non essere state informate dell'evento. I manifestanti si sono riuniti nella centrale piazza del Congresso, prima di procedere in diverse direzioni, istituendo blocchi stradali.